A skinny black girl: Amanda Gorman

Lady Gaga, Jennifer Lopez, poi Bruce Springsteen e Katy Perry: sono tante le star che si sono succedute durante la cerimonia di insediamento di Joe Biden e Kamala Harris il 20 gennaio scorso; tra queste, particolarmente emozionante è stata l’esibizione della giovane poetessa Amanda Gorman.

Chi è Amanda Gorman?

Amanda, classe ’98, si è fatta conoscere per il suo impegno sociale e per i temi che affronta nei suoi versi: femminismo, razzismo, emarginazione. Per scrivere le sue poesie si ispira da sempre all’attualità e prende spunto da ciò che la circonda: per lei la poesia non è solo arte ma anche politica, e la scrittura è un potente strumento per rappresentare e cambiare la società.
Nei suoi testi pone all’attenzione le ingiustizie sociali, l’intolleranza, l’importanza dell’educazione, e dà voce e speranza alle donne, alle minoranze e a coloro che hanno bisogno di essere rappresentati.
Per molti di noi è forse la prima volta che sentiamo il suo nome, ma in realtà ha iniziato la sua carriera da bambina: Amanda cominciò a scrivere a 8 anni, quando, dopo esserle stato diagnosticato un problema di pronuncia che le rendeva difficile parlare, capì che l’unica vera via per esprimersi è proprio la scrittura.
Nel 2015 ha pubblicato il suo primo libro di poesie, The one for whom food is not enough, e nel 2017 è stata la prima vincitrice del titolo di National Youth Poet Laureate, premio conferito ai giovani che mostrano una particolare abilità nell’arte della scrittura.
Di recente ha fondato One Pen One Page, “progetto dedicato a far sentire la voce e le storie dei giovani”, ovvero un’organizzazione no profit che supporta i ragazzi meno abbienti in programmi di scrittura creativa.

The Hill We Climb

Jill Biden, la moglie del nuovo presidente americano, dopo aver assistito a una lettura di poesie di Amanda, avrebbe chiesto al comitato per l’insediamento di prendere in considerazione la giovane proprio per la cerimonia del 20 gennaio.
Nell’appassionata interpretazione della sua The Hill We Climb, ritroviamo molti punti in comune con i discorsi dei nuovi presidente e vicepresidentessa: l’orgoglio di essere americani, l’importanza dell’unità, unico modo per uscire dalla profonda crisi in cui si trovano gli Stati Uniti, e soprattutto il mito del Sogno Americano:
… A skinny black girl descended from slaves and raised by a single mother can dream of becoming president only to find herself reciting for one
Un inno alla meritocrazia americana, che permette a tutti i volenterosi, anche partendo dal basso, di “scalare la collina” e raggiungere i piani più alti.

Ma la poesia è anche una descrizione realistica della società americana, fatta di divisioni ideologiche, razziali, di genere: in alcuni passaggi la Gorman si è ispirata direttamente ai fatti di Capitol Hill del 6 gennaio ma solo per sottolineare la forza delle fondamenta della democrazia americana.
In una frase racchiude il cammino della prossima presidenza Biden: “… We close the divide because we know to put our future first, we must first put our differences aside“, rimettere insieme le varie anime della nazione, allontanate sempre di più negli ultimi mesi dalla pandemia e dalle mosse dell’ex Presidente Trump, per costruire insieme qualcosa di nuovo.
Il poema infatti non può che concludere con una nota di speranza, che racchiude brillantemente lo spirito della cerimonia:
… For there is always light.
If only we’re brave enough to see it.
If only we’re brave enough to be it

Marta Fornacini

Qui potete trovare la trascrizione completa di “The hill we climb” e qui il video della sua interpretazione.

Un commento Aggiungi il tuo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...