Close the gap – #StopTamponTax

Oggi è l’8 Marzo, la festa della donna, e non vogliamo ricevere fiori né abbiamo bisogno di essere celebrate con post sui social. Regalateci – e regaliamoci – per una volta qualcosa di più concreto e importante: la firma a una petizione che rappresenta il contributo di ognuno per qualcosa di più grande, per un possibile cambiamento. La petizione di cui stiamo parlando è quella promossa dall’associazione OndeRosa e si chiama #StopTamponTax, il ciclo non è un lusso: l’obiettivo è l’abbassamento dell’Iva sugli assorbenti al 4%, la stessa percentuale che dovrebbe essere applicata a un bene di prima necessità.

Il termine Tampon tax (o pink tax) è ormai entrato a far parte del nostro vocabolario ed è uno dei principi guida di tante, tantissime lotte del nostro tempo. Noi di The Password abbiamo parlato in diversi articoli di questa delicata questione, cercando di rendere più robusta la voce di protesta e sperando davvero che qualcosa possa cambiare.

Ed è proprio per questo che oggi vogliamo parlarvi di un’iniziativa promossa da Coop Alleanza 3.0 in occasione della festa della donna 2021. A partire da sabato 6 marzo e fino al 13 la famosa catena di supermercati Coop venderà gli assorbenti applicandovi solo il 4% di Iva contro il 22% previsto nel nostro Paese, percentuale che allinea gli assorbenti ai beni di lusso. Bisogna ricordare inoltre che gli assorbenti a marchio Vivi Verde Coop, essendo compostabili, sono già tassati al 5% e in tale occasione saranno presentati con una nuova veste per promuove la petizione di OndeRosa.

L’iniziativa promossa dalla Coop rappresenta una risposta concreta alle lotte promosse da OndeRosa: la campagna si chiama Close the gap – riduciamo le differenze e vuole promuovere la parità di genere e lottare contro la disparità. L’agenda è ricca e non si limita alla sola iniziativa promossa per i consumatori ma è estesa anche a fornitori e dirigenti: tra le iniziative, la Coop promuoverà a partire dal 2022 un premio annuale riservato al miglior fornitore, valutato in base all’equità delle condizioni di lavoro e delle remunerazioni dei propri dipendenti.

Da non sottovalutare, inoltre, i numeri attuali della catena di supermercati: il 70% dei dipendenti sono donne; il 44% dei componenti dei Consigli di Amministrazione e Sicurezza sono donne; il 32% del direttivo è composto da donne. Ma, nonostante ci sia in Italia la presenza di aziende che fanno dell’uguaglianza di genere un valore portante, secondo il Global Gender Gap Index il nostro Paese si colloca al settantaseiesimo posto su un totale di 153 Paesi esaminati.

Dal 2007, l’Unione Europea ha lasciato carta bianca agli Stati membri sulla questione Tampon Tax: in Irlanda e il Francia l’iva è stata abolita, in Belgio e Olanda è stata ridotta. L’Inghilterra con l’uscita dall’UE ha abolito la tassa, così come India e Canada. L’Italia no.

Cerchiamo di andare oltre la semplice questione economica: stiamo parlando di cultura, di ingiustizia, di disuguaglianza. Stiamo parlando di donne e stiamo parlando di uomini, stiamo parlando della stessa cosa, delle stesse esigenze, delle stesse opportunità, degli stessi valori, delle stesse capacità.

Basta una firma, non aspettare ancora:

https://www.change.org/p/stop-tampontax-il-ciclo-non-%C3%A8-un-lusso-mef-gov-giuseppeconteit-giuliagrillom5s

Fabiana Brio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...