Cultura italiana al 1OO%

7 ottobre 2021. Passa il Decreto legge che consente all’Italia, ma solo in zona bianca,  la risalita  al 100% della capienza di teatri, cinema e altri luoghi di cultura, anche al chiuso. Aprono pure le discoteche ma al 50%, una conquista che supera le indicazioni del Cts (Comitato Tecnico Scientifico), secondo il quale si sarebbe dovuto portare solo all’80% la capacità di sale e luoghi culturali, mentre al 35% le discoteche. Sempre grazie all’approvazione dello stesso Decreto, la capienza degli stadi raggiunge il 75% e i palazzetti dello sport il 60%. Tutto ciò, di certo, è possibile solamente muniti di Green Pass e mascherina.

Il ministro della cultura Franceschini aveva proposto già da giorni l’adozione di questo provvedimento che ha ottenuto l’approvazione da parte di tutto il Governo. Il ministro stesso, in questa occasione, ha postato su Twitter: “Finalmente tutta la cultura ricomincia a vivere. Dall’11 ottobre cinema teatri e concerti al chiuso e all’aperto tornano al 100 per cento della capienza, ovviamente con mascherina e Green Pass. Negli stadi e nei palasport per la musica stesse regole dello sport”.

Grazie alla certificazione verde e ancora in compagnia dalla mascherina, anche la cultura in tutta l’Italia ritorna a vivere a pieno regime. Questa decisione presa dal governo sancisce il ritorno della socialità, dell’intrattenimento e di una movida dalle parvenze pseudo normali. Tale Decreto fa dimenticare, almeno per ora e almeno durante la proiezione di un film o una visita ad una mostra o uno spettacolo da vivo o un concerto (al chiuso o all’aperto), il termine “distanziamento”, perché tutte le poltrone di cinema e teatri potranno essere, finalmente, occupate; mentre prima solo conviventi e coniugi avevano la possibilità di sedersi accanto. Però, nel caso in cui qualche Regione dovesse passare in zona gialla le capienze torneranno ad essere dimezzate; mentre in fascia arancione o rossa tutte queste attività sarebbero addirittura annullate. Dunque, le concessioni date alla cultura italiana, per limitare i rischi ed evitare l’effetto psicologico del totale abbassamento della guardia, sono accompagnate da sanzioni ancora più pesanti. Multa alla prima violazione, chiusura alla seconda.

Subito, teatri e cinema e musei hanno aumentato la vendita dei biglietti disponibili per i loro eventi. Strategicamente ne ha approfittato anche il Teatro Stabile, che per condividere questo momento così importante, ha immediatamente dato il via alla promozione 100%TEATRO: per ogni replica in programma nelle loro sale fino a fine dicembre, saranno disponibili cento biglietti al prezzo ridotto di 10€, sia per gli spettacoli della stagione 2021/2022 sia per quelli di Torinodanza festival

E ora? Andremo a teatro per assistere a uno spettacolo dal vivo o al cinema per la proiezione di un film o ritorneremo, dopo troppo tempo, a cantare a un concerto. E prenderemo posto, forse, vicino a uno sconosciuto con cui non esisterebbe occasione migliore per fare conoscenza se non grazie alla fruizione culturale, che anzitutto è sinonimo di “incontro”.

Federica Siani

Immagine di copertina: iusve.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...