Guida completa alla Coppa Davis 2021

Dal 25 novembre al 5 dicembre si disputerà la fase finale della Coppa Davis 2020, rimandata al 2021 per motivi legati alla pandemia Covid-19. La Coppa Davis è la massima competizione mondiale a squadre nazionali del tennis maschile: secondo le regole attuali, lo scontro tra le due Nazionali si snoda in due partite di singolare e un match di doppio. Il format del torneo prevede sei gironi composti da tre squadre; alla fase ad eliminazione diretta accederanno le prime dei gironi e le due migliori seconde. I match si giocheranno su tre campi indoor diversi: al Palasport Olimpico di Torino; all’Olympiahalle di Innsbruck; al Madrid Arena di Madrid, dove si disputeranno anche semifinali e finale.
Ecco la guida completa dei sei gironi della Coppa Davis!

Gruppo A: Spagna, Russia, Ecuador

Sulla carta, il girone A sarà il più avvincente di tutti: protagonisti la Spagna, i campioni in carica, e la Russia, i favoriti del torneo. Per la prima Nazionale, l’assenza del vincitore di 20 Slam, di cui 13 Roland Garros, Rafael Nadal potrebbe pesare (e non poco). Negli ultimi mesi, tuttavia, è esploso il nuovo gioiello del Paese iberico: Carlos Alcaraz, classe 2003, vincitore dell’edizione 2021 delle Next Gen Atp Finals e grande promessa del tennis maschile. Ad accompagnare il diciottenne, due top 20 del Ranking, Pablo Carreno Busta e Roberto Bautista Agut, e due veterani come Marcel Granollers (utile per il match di doppio) e Feliciano Lopez.
La Russia parte favorita per la vittoria finale del torneo, avendo nella formazione due top 5 del tennis mondiale: Daniil Medvedev e Andrey Rublev. Il primo, numero 2 al mondo e detentore dell’ultimo Us Open, e il secondo, numero 5 al mondo, potrebbero essere i due protagonisti del singolare. Nel doppio, invece, potrebbero esserci Karatsev, finalista di questa edizione del Master 1000 di Indian Wells, e Khachanov, vincitore del Master 1000 di Parigi-Bercy nel 2018.

credits: @DavisCup (Twitter)

Gruppo B: Canada, Kazakistan, Svezia

Al momento delle convocazioni, non ci sarebbe stata storia per la leadership del girone: sarebbe stato il Canada, finalista dell’ultima edizione della Coppa Davis, il favorito. Tuttavia, con il ritiro dei migliori giocatori della formazione, i giovani Auger-Aliassime e Shapovalov, la sfida sarà molto più aperta e le responsabilità di trascinare la nazionale canadese alla fase finale del torneo ricadono sulla prima riserva: Vasek Pospisil. Per quanto riguarda le altre due Nazionali, da segnalare la presenza per il Kazakistan di Aleksandr Bublik: il kazako è una mina vagante con la sua ricerca, quasi ossessiva, del colpo spettacolare.

Gruppo C: Francia, Gran Bretagna, Repubblica Ceca

Il prestigio del girone C è concentrato nel match di doppio tra Francia e Gran Bretagna: Herbert e Mahut vs Murray e Skupski. Se si guarda al singolare, invece, la Gran Bretagna sembra la favorita, vista la presenza di Daniel Evans e Cameron Norrie, seconda riserva di queste ultime ATP Finals e vincitore del Master 1000 di Indian Wells, giocatore mancino ostico per la naturalezza con cui gioca il dritto e il rovescio.

Gruppo D: Croazia, Australia, Ungheria

La Croazia punterà tutto sui re del doppio, Nikola Mektic e Mate Pavic, medaglie d’oro alle Olimpiadi di Tokyo 2021 nel doppio maschile. L’Australia, invece, ha una formazione più equilibrata: Alexei Popyrin e John Peers hanno le carte in regola per dare fastidio nel doppio; mentre nel singolare la stella è Alex de Minaur, il ventiduenne, giocatore d’erba, ma con grandi chance anche su campi indoor molto veloci. L’outsider del torneo potrebbe essere l’ungherese Marton Fucsovics, numero 40 dell’ATP Race.

Gruppo E: Stati Uniti, Italia, Colombia

Capitan Volandri deve fare a meno del miglior giocatore italiano, il finalista di Wimbledon, Matteo Berrettini, che si è infortunato agli addominali durante le ATP Finals a Torino. Il numero 1 della Nazionale italiana diventa, dunque, l’altoatesino Jannik Sinner, che è entrato questa settimana nella top10 dei giocatori mondiali. L’altro match del singolare sarà disputato molto probabilmente da Lorenzo Sonego, tennista torinese che ha regalato grandi emozioni sulla terra rossa di Roma. Prima riserva è il giovane Lorenzo Musetti, che, dopo l’exploit del Roland Garros e un drastico calo nella stagione estiva, alle Next Gen ATP Finals ha dato segnali di ritrovamento, fisico e mentale. A sostituire Matteo Berrettini è stato chiamato Simone Bolelli, che, con Fabio Fognini, ricomporrà la coppia di doppio vincitrice dell’Australian Open 2015.
La diretta avversaria della Nazionale italiana sono gli Stati Uniti. Gli americani affideranno il doppio ai temibili Sock e Ram; per il singolare ci saranno i due giganti del circuito tennistico professionistico, Isner e Opelka, e il giovane Frances Tiafoe, che ha già affrontato e vinto contro l’italiano Jannik Sinner alle semifinali dell’ATP 500 di Vienna in una partita rocambolesca e molto discussa.

credits: @DavisCup (Twitter)

Gruppo F: Serbia, Germania, Austria

Una delle prime cose che vengono in mente quando si pensa a Novak Djokovic è l’amore profondo per la sua Serbia. Per questo, dopo il fallimento del Grande Slam, ha confermato la sua presenza a questa Coppa Davis, rendendo la Serbia la favorita del girone. Germania e Austria, invece, dovranno fare a meno delle loro punte di diamante: il tedesco Alexander Zverev ha dichiarato che non parteciperà alla competizione fino a quando saranno in vigore queste regole; l’austriaco Domenic Thiem non è riuscito a recuperare in tempo dall’infortunio al polso.

Martina Sessa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...