8 marzo: “Torino e le donne” all’archivio storico

L’archivio storico della città di Torino nasce in Via Barbaroux numero 32, in una parallela di Via Garibaldi. Al momento l’archivio ospita tre mostre intrecciate tra loro: “Torino e le donne“, “Le regine del tennis” e “Le Stelle di Macario“.

Genesi ed evoluzione dell’8 marzo

Le origini della festa della donna sono controverse e strettamente legate alla rivendicazione del voto delle donne tra l’Ottocento e il Novecento.
La prima a proporre di celebrare, in una giornata apposita, le donne fu Clara Zetkin nel 1910 a Copenaghen, dove si tenne la seconda Conferenza internazionale delle donne socialiste.
La scelta dell’8 marzo come giornata per celebrare la donna fu presa undici anni dopo (nel 1921) a Mosca durante la seconda Conferenza internazionale delle donne comuniste. L’8 marzo del 1917, infatti, a San Pietroburgo, seconda città della Russia per popolazione ed estensione, le donne diedero il via alla Rivoluzione di Febbraio scendendo in piazza per chiedere pane per i propri figli e la fine della guerra. In seguito a questa manifestazione e alla rivoluzione stessa si verificò la caduta dello zarismo.
In Italia la festa venne celebrata per la prima volta nel 1921, ma nel 1933, a causa del controllo fascista, cedette il posto alla Giornata della madre e del fanciullo.
Alla fine del Secondo conflitto mondiale l’Unione delle donne italiane e il Centro italiano femminile rivendicarono i diritti del sesso femminile riportando in Italia la festa originaria, mossi anche dalle proteste per il divorzio e per la legalizzazione dell’aborto.

Manifesto risalente al 1979 presente all’interno della mostra “Torino e le donne”

Con l’avvento della guerra fredda ogni riferimento alla Russia venne messo da parte e le origini della Festa vennero fatte risalire “alla morte di un centinaio di operaie nel rogo della fabbrica di camicie Cotton (inesistente) di New York nel 1908″ come recita il pannello dedicato all’interno della mostra.
A livello internazionale la Giornata internazionale della donna venne celebrata nel 1975 per la prima volta dalle Nazioni Unite, mentre nel 1977 l’ONU indisse, con l’appoggio degli stati membri, l’8 marzo come Giornata delle Nazioni Uniti dei diritti delle donne e della pace internazionale.

La mostra

Il cuore pulsante della mostra “Torino e le donne” risiede nella prima sala a destra dell’entrata, dove è possibile ammirare la storia del capoluogo piemontese, tutta al femminile. Il racconto è reso possibile grazie a fotografie, manifesti autentici, poesie, manufatti, documenti video e pannelli esplicativi.
All’interno di una sala dalle modeste dimensioni è possibile ripercorrere quasi due secoli di storia, immergendosi nelle vite di tutte quelle donne, quelle coetanee, che hanno dovuto lottare per i propri diritti, per ottenere una carica pubblica o per poter accedere alle università. Ci sono le storie di donne che hanno salvato intere imprese e quelle di donne che hanno donato il loro tempo per aiutare quelle meno fortunate di loro, si pensi alla Casa delle Donne di Torino.
Camminando all’interno della sala e seguendo poi il corridoio che contiene la mostra “Le Stelle di Macario” sembra di tornare indietro ed è inevitabile provare un’immensa sensazione di gratitudine per ciò che le donne del passato hanno fatto per Noi. Perché se possiamo essere ciò che siamo è anche, e soprattutto, grazie a loro!


L’archivio storico è aperto dal lunedì al venerdì dalle 08:30 alle 17:30. L’ingresso è gratuito e libero fino ad esaurimento posti. È possibile prenotare telefonando al numero 011.011.31811.
Per l’ingresso è obbligatorio esibire il Green Pass ed essere muniti di mascherina come previsto dalle normative in atto.

Gaia Bertolino

In occasione della Giornata Internazionale della Donna è uscito un nuovo episodio del nostro podcast “Oltre l’Inchiostro” disponibile su Spotify e su tutte le altre piattaforme di streaming.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...