Publius Enigma: omaggio ai Pink Floyd

il

publius enigma

di Vittorio Bobba

Venerdì 12 dicembre, sul palco del pub Rock on the Road di Desio si è esibita una delle più incredibili cover band dei nostri tempi: i Publius Enigma.
Questi ragazzi un po’ cresciuti, la cui età media supera gli “anta”, anche se diluita dalla presenza di giovani vocalist, hanno realizzato da alcuni anni un ambizioso progetto: replicare esattamente e nel dettaglio gli strumenti e le apparecchiature della mitica band che ha dominato le scene per oltre quarant’anni, e si esibiscono periodicamente dal 2006 ricreando le suggestioni degli antesignani del rock psichedelico.
La bravura degli artisti è indiscussa, e le chitarre maneggiate da Carmine Savoia e da Giovanni Galli offrono le stesse sonorità dei loro maestri. Il leader del gruppo è il bassista, Cesare Tescari, analogamente a Roger Waters (finchè restò nel gruppo), mentre la mente musicale va senza dubbio ricercata nel maestro Franco De Conti, tastierista eccezionale, in grado di far scaturire dal Moog, dal Theremin e dalle altre tastiere le identiche note che tutti ricordiamo in brani come Shine On You Crazy Diamond, Echoes, o High Hopes.
Completano il gruppo il bravissimo batterista Antonio Talucci e la vocalist Patrizia Cappuccilli, figlia d’arte, essendo la figlia del famoso baritono Piero Cappuccilli.
I pezzi suonati nel corso della serata, in un arco di oltre due ore e mezza hanno spaziato nel repertorio di David Gilmour e compagni tra il 1975 e il 1987, con brani tratti dai più celebri album quali Whish You Were Here, The Wall, e – ovviamente – The Dark Side Of The Moon, oltre a pezzi meno conosciuti (Mother, Learning To Fly, Hey You, e altri) ma di grande effetto musicale, nel binario del sound Floydiano sempre sospeso tra ricerca sonora e immaginazione.
Abbiamo assistito in passato ad altre performance di questi epigoni dei Pink Floyd, come quella sul palco galleggiante montato all’idroscalo milanese lo scorso luglio, in occasione del venticinquennale del concerto di Venezia, e al Teatro Civico di Vercelli nel maggio dello scorso anno, e possiamo affermare che questo gruppo è quanto più si avvicina alla band originale, avendo sul palco gli stessi strumenti (d’epoca, non repliche recenti!) e le stesse attrezzature. Una curiosità: provate a scoprire a cosa si ispira il loro nome!
Il prossimo appuntamento sarà al Teatro Civico di Limbiate il 7 marzo 2015, e i successivi concerti saranno segnalati sia sul gruppo Facebook della band sia sul loro sito www.publiusenigma.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...