Inception: in bilico tra sogno e realtà

inception2d6587339Capita spesso di svegliarsi e non rendersi conto se ciò che si è sognato era parte della realtà o meno.
Questo perché, quando sogniamo, la nostra mente crea mondi o situazioni altrimenti inesistenti nei quali vorremmo esistere e poterci muovere.
E se nel futuro potessimo diventare capaci di agire coscientemente nei nostri sogni?
E’ questo il concetto che sta alla base di uno dei film più acclamati degli ultimi anni: Inception.
Il film, uscito nel 2010, è diretto da Christopher Nolan (regista della trilogia di Batman) e presenta un cast di alto livello: Leonardo DiCaprio, Jospeh Gordon-Levitt e Michael Cain solo per citarne alcuni.
La trama non è particolarmente elaborata: un uomo, in grado di poter entrare nei sogni altrui, deve compiere un’ultima missione prima di poter riabbracciare i propri familiari.
Ciò che rende il film complesso è la struttura dei sogni, che va di pari passo con la psicologia del personaggio principale. La realtà onirica è un insieme di scatole cinesi nelle quali, più si va a fondo, più si entra nella psicologia di Dom Cobb (il protagonista interpretato da DiCaprio). Ed ecco che si entra in mondi creati ad hoc da Cobb e da sua moglie, mondi nei quali i due si erano rifugiati per scappare dalle responsabilità che la realtà impone quotidianamente. Ma il prezzo da pagare è alto, perché più si prende confidenza con il sogno, più si perde il contatto con la realtà. Più si rimane nel mondo dei sogni, più si incomincia a pensare che quella sia la nostra vera esistenza.
Il fascino del film sta proprio nel tracciare la linea sottile che divide il sognare dall’esser desto.
Tuttavia, affascinante è anche una delle domande poste dal film, forse la principale: Cosa si è disposti a fare pur di rivedere i propri cari? Si è disposti a rimanere nel proprio mondo? Si ha il coraggio di affrontare la realtà e le sue problematiche?. Domande alle quali Nolan non da una risposta.
Quella sta a noi trovarla.

Alessandro Bello

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...