Folkstone, il rock incontra la storia

di Mauro Antonio Corrado Auditore

Cornamusa, Ghironda, Rauschpfeifen, Bombarda, Arpa. Non necessariamente gli strumenti che vi aspettereste sul palco di un concerto “Rock”, o “Metal”, vero?
Ma qui parliamo di un sottogenere un po’ particolare e lontano dai classici canoni. Questi sono i Folkstone, questo è Medieval Rock. Il recupero di strumenti storici, specialmente di strumenti a fiato in legno, non è una novità assoluta. Già lo avevano fatto, in terre teutoniche, i Corvus Corax, anch’essi partiti da un sound folk-metal, per poi arrivare a un sound sempre più folk e all’abbandono graduale della strumentazione elettrica.

Ma torniamo ai Folkstone. Il gruppo si forma nel 2004, e debutta nel 2007 con il demo “Briganti di Montagna”.
Dopo alcuni cambi di formazione e quattro ottimi album, tra cui un interessante acustico totale, si sono staccati dall’etichetta per divenire completamente autoprodotti, proponendo addirittura l’autofinanziamento mediante pre-acquisto dell’album ai propri fan. Lo scorso novembre sono tornati con “Oltre… l’abisso”, preceduto da un singolo in anteprima streaming e un videoclip: è il segno di una maturità artistica ben raggiunta e di un’evoluzione che però non abbandona completamente il sound elettrico. I testi parlano un consapevole distacco dalla società convenzionale, un modo di essere diverso che affonda radici nella propria terra, e nella propria storia. Naturalmente cantano anche delle difficoltà che questo stile di vita comporta e che si unisce ad una malinconica introspezione, e al ricordo di amici e personaggi dimenticati del passato.

Le sonorità di tutto il disco sono sensibilmente meno “Metal”, cosa che riesce a donare loro una personalità più distinta e particolare, con episodi dal sapore quasi cantautorale, come “Le voci della sera”. Ritmi sempre ben scanditi da percussioni, mentre i fiati contribuiscono a un sound che riesce a mantenersi allacciato ai precedenti dischi, senza snaturarsi, ma mostrando sempre un’evoluzione creativa. Tornano alcuni elementi ricorrenti, in forma di cover di brani italiani del passato, di un brano dedicato ad un “personaggio” del bergamasco, e di una riedizione acustica di un pezzo precedente del gruppo. Nella fattispecie, nella terza traccia, “La tredicesima Ora”, parlano della scienziata e Partigiana Cornelia Quarti, detta “Mimma”, ricordando una vicenda purtroppo spesso ignorata. La cover questa volta è dei Litfiba, quelli degli anni ’90, con una versione di “Tex” rinnovata dal nuovo arrangiamento con l’innesto del sound caratteristico dei nostri, unito con un tema di ribellione e critica assai congeniale al gruppo. Infine il riarrangiamento di “Frammenti”, in sola voce e pianoforte, che rivela un’anima completamente diversa, forse non troppo riuscita, ma comunque un bell’esperimento.

Fatta questa disquisizione sul lavoro in studio, vi esorto a vederli dal vivo. Personalmente sono riuscito a vedere il loro concerto al Club AudioDrome di Moncalieri, il 6 dicembre. La scaletta live pesca a piene mani da tutti gli album e punta inizialmente sui pezzi più veloci, in grado di trascinare il pubblico, alternando nel mezzo canzoni più tranquille, per dare tempo agli spettatori di prendere fiato, e riavviare il “pogo” al momento giusto. Ormai hanno chiuso il tour promozionale per questo nuovo album, ma è ragionevolmente sicuro che il loro girovagare non si farà attendere troppo. Li rivedremo calcare qualche palco del Torinese nel giro di poco tempo, con grande energia e un sound sempre più maturo e caratteristico.

FolkStone – Oltre… L’Abisso – Folkstone Records, 2014

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...