Cenerentola: i sogni diventano…film

Il 12 marzo è uscito nelle sale il film “Cenerentola”, con la regia di Kenneth Branagh. La nuova versione in chiave realistica del cartone animato più famoso di tutti i tempi.

Cenerentola, con la sua storia romantica e appassionante, ha fatto sognare migliaia di bambine in tutto il mondo da oltre 60 anni. E voi direte…”che palle!”cenerentola-banner

Lo pensavo anche io, credendo che sarebbe stata la solita storiella melensa e banale della principessa sventurata che trova la libertà e l’amore. Invece, spinta dalla curiosità, sono andata a vederlo e sono rimasta incollata allo schermo per tutto il tempo.

Una trama fedele alla storia Disney, una colonna sonora d’incanto, i costumi meravigliosi (siamo rimasti tutti incantati dal vestito azzurro di Cenerentola al ballo) e la buona interpretazione dei personaggi rendono questo film piacevole e addirittura avvincente, sebbene tutti sappiano come va a finire, dal primo all’ultimo minuto.

Eppure mi hanno sorpresa la cura dei dettagli, gli effetti speciali, la musica coinvolgente che accompagna in ogni scena lo spettatore ed aumenta l’effetto suspance.

Cenerentolaaaa

“Non c’è nulla di meglio che andare al cinema scettici ed uscirne felici e lacrimanti”: questo il mio commento alla fine della proiezione. Sì, perché non si può negare una lacrimuccia quando muore la madre (Hayley Atwell) della giovane Ella, interpretata da Lily James, o il momento dell’addio del principe (Richard Madden), al capezzale di suo padre, il Re.

41054_pplInteressante l’interpretazione della matrigna cattiva, di Cate Blanchett, che con stile e austerità rende perfettamente l’idea di malvagità e crudeltà che le si addice, ma allo stesso tempo lascia trasparire una motivazione di frustrazione e abbandono dietro il suo comportamento aggressivo verso Ella, nel risvolto psicologico di un personaggio troppo spesso trascurato e biasimato.

Nota fondamentale, le musiche, dirette da Patrick Doyle. La storia originale ci ha incantati con le canzoni di Cenerentola e i suoi amici topolini, tra il ballo con il principe e i sogni che diventano realtà. Il film non è da meno: già dalla colonna sonora del trailer, Cenerentola inizia a farci sognare con Aeon di Nick Murray. Arisa interpreta la canzone “Liberi” che fa da filo conduttore della vicenda, mentre al ballo la coppia nascente danza il valzer più romantico della storia del cinema sulle note di “La Valse de L’Amour”. Per non parlare di “Strong” di Sonna Rele, che ci trascina nel mondo incantato della fanciulla più fortunata del mondo delle fiabe. Ma la vera chicca è Lavander Blu, anche in italiano, che la madre canta a Cenerentola da piccola. E qui, ogni ragazza/donna/mamma/figlia si scioglie e scoppia in lacrime.

Sii gentile e abbi coraggio” è la frase che sua madre disse a Ella prima di morire e che la giovane si ripete ogni giorno, per far fronte alla cattiveria delle sorellastre e della matrigna, ed è anche la morale della storia e l’insegnamento che non possiamo non accogliere e cercare di portare con noi, all’uscita dalla sala.

Una storia senza tempo, un viaggio nel passato, nei ricordi della nostra infanzia, vicina o lontana che sia, un film che tocca il cuore e ci insegna a tornare a sognare, almeno un pò. Persino i ragazzi se ne innamoreranno…forse.
cenerentola
di Giulia Bobba

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...