23 Aprile: Giornata Mondiale del Libro

Leggere, in fondo, non vuol dire altro che creare un piccolo giardino all’interno della nostra memoria. Ogni bel libro porta qualche elemento, un’aiuola, un viale, una panchina sulla quale riposarsi quando si è stanchi. Anno dopo anno, lettura dopo lettura, il giardino si trasforma in parco e, in questo parco, può capitare di trovarci qualcun altro.
Susanna Tamaro

Il 23 Aprile del 1616 si spensero tre grandi nomi della letteratura mondiale: William Shakespeare, Miguel de Cervantes e Gracilaso de la Vega. L’UNESCO (l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’educazione, la scienza e la cultura) ha scelto, per questo motivo, il 23 Aprile come data simbolo per celebrare la Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d’Autore. La prima edizione si è tenuta nel 1996 e da allora viene perpetuata ogni anno, proprio il 23 aprile, annunciata da numerose manifestazioni che si tengono in tutto il mondo. Con questa giornata si vuole rendere omaggio al libro incoraggiando la gente a scoprire il piacere della lettura e far riflettere sulla situazione degli autori e dell’editoria attuali.

Il primo paese a celebrare la “Giornata del libro” fu la Spagna nel 1926; inizialmente si festeggiò il 7 ottobre ed era chiamata “Giornata del libro e delle rose”, perché era usanza, in Catalogna, che ogni uomo donasse un fiore alla sua donna. Venne poi spostata al 23 aprile, giorno di San  Giorgio (patrono di Catalogna). Ancora oggi i librai, in questa ricorrenza, regalano una rosa per ogni libro venduto.

Alla “Giornata del libro” è collegata un’altra manifestazione: il “Maggio dei Libri”. In programma dal  23 aprile al 31 maggio 2015, l’iniziativa torna con la quinta edizione e quest’anno parte “in grande stile” con il progetto “ioleggoperché”, promosso dall’AIE (Associazione italiana editori). In questa occasione, l’UNESCO sceglie ogni anno una città da cui far partire le diverse manifestazioni: Torino è stata capitale mondiale del libro nel 2006, mentre nel 2015 sarà Milano, che sta già promuovendo il suo vasto programma di iniziative.

In occasione della “Giornata Mondiale del Libro” e del “Maggio dei Libri”, la città di Torino ha predisposto un fitto programma di iniziative: dal 20 al 25 aprile si terrà la manifestazione “Torino che Legge” promossa da Forum del Libro, dalla Città di Torino e dalle Biblioteche Civiche Torinesi. Molti gli eventi collegati, a partire dalla seconda edizione di “Portici di Carta”. Alla libreria Urban in piazza Palazzo di Città l’autore Massimiliano Boni presenterà il suo ultimo romanzo Solo per un giorno e al Circolo dei Lettori si terrà una maratona delle opere di Elena Ferrante, la scrittrice senza volto. (Per saperne di più: http://www.torinochelegge.it/programma/

L’evento più importante del Maggio dei Libri, però, lo si avrà dal 14 al 18 Maggio, quando il Presidente della Repubblica Mattarella inaugurerà il 28° Salone Internazionale del Libro. Quest’anno la Germania sarà ospite d’onore ma saranno le “Meraviglie d’Italia” il tema conduttore del Salone di quest’anno 2015. Molti gli eventi che dalla cucina allo sport, dall’arte alla scienza alla letteratura si presenteranno con uno stile tutto italiano!

Non leggete, come fanno i bambini, per divertirvi, o, come fanno gli ambiziosi per istruirvi. No, leggete per vivere.
Gustave Flaubert

http://www.salonelibro.it/it/

https://it-it.facebook.com/SaloneLibroTorino

di Valentina Ribba

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...