Sopravvivere al Piano Carriera

All’inizio di ogni anno accademico, gli studenti dell’Università sono vessati dall’obbligo della compilazione del Piano Carriera.
Ma che cos’è, davvero, il Piano Carriera?
Riporto la descrizione data dal sito di Unito:

Il servizio on line per la compilazione del piano carriera consente agli studenti di scegliere le attività didattiche erogate per il corso di studio di iscrizione (secondo le regole definite dalla struttura didattica di riferimento) al fine di poter sostenere i relativi esami nelle previste sessioni di appello.

upload_foto_unito1In parole semplici? Spetta a voi il compito di scavarvi la fossa.
Ovviamente, non per tutti i corsi di laurea è così tragico, ci mancherebbe.
Medicina, Giurisprudenza, Biologia, Ingegneria e molti altri hanno programmi predefiniti non modificabili (esami del primo anno, esami del secondo e via discorrendo), lasciando agli studenti 2 o 3 esami chiamati “a scelta libera” che devono selezionare tra una serie di opzioni.
Non male, no?
Se non fosse che, invece, il Piano Carriera degli studenti di Scienza Umanistiche.
Costoro hanno qualche esame obbligatorio (da fissare o il primo o il secondo anno, in alternanza) e poi tutto il resto da scegliere, attraverso degli ambiti prestabiliti (le regole).
La libertà non è forse la cosa più bella del mondo? La possibilità di selezionare ciò che ci piace non è inebriante? La varietà di opzioni non è meravigliosa?
No.
A tutte e 3 le premesse.
No.
Sarebbe bellissimo, come concetto, non lo nego, ma come spesso accade, la realtà dei fatti è ben diversa da cosa si era utopicamente premeditato.
Innanzi tutto, è necessario parlare delle infinite sovrapposizioni di orari tra i vari corsi, che quindi limitano notevolmente la scelta di qualsiasi studente, costretto a prendere come punti cardine gli esami obbligatori, per poi costruirvi intorno il resto del piano.
È scientificamente provato che almeno un esame vada sostenuto da non frequentante, a causa delle sovrapposizioni sopracitate, oppure, che si debba rinunciare a corsi a cui si teneva particolarmente (se voi siete un’eccezione a questa regola, congratulazioni, ma sappiate che tutti vi odiano, io compresa).
Ma esattamente, quando va compilato il Piano Carriera?
Riporto sempre le spiegazioni di Unito:

Quando?
Quando vuoi, il prima possibile.

No, sul serio?
Qui le matricole potrebbero avere dei dubbi, e i veterani invece possono continuare a sganasciarsi dal ridere.logoUnito
Precisamente, il Piano Carriera è compilabile dal momento in cui si è regolata la prima rata e fin qui niente di strano, ma quel quando vuoi continua a lasciarmi basita.
La compilazione del Piano è possibile solo entro certi limiti di tempo (inizio del secondo semestre), non lasciandovi la possibilità di modificare un bel niente nel secondo semestre. (Quindi, quando vuoi, mitigato da il prima possibile, mi sa tanto di presa per i fondelli).
Sappiate, perciò, che se vi cambieranno gli orari di lavoro, se il corso vi farà schifo o se avete sbagliato a inserire qualcosa, ve la terrete così fino all’anno dopo.
Non dimentichiamoci, inoltre, che ogni volta che si modifica il Piano Carriera, è necessario compilarlo da capo e per tutti gli anni del corso di Laurea.
Quindi, non importa se ancora non avete gli orari del corso della settimana prossima, è bene che scegliate cosa fare come esame pre-laurea.
Purtroppo, comunque, questo è la realtà di molti di noi.
Il sistema di supporto è poco intuitivo, ma dobbiamo anche trovare un lato positivo in tutto questo: vi immaginate come sarebbero noiose le nostre conversazione se fosse tutto più funzionale:
-Hai compilato il Piano Carriera?
-Sì.
Dove finirebbero le nostre public relation, i nostri spunti di conversazione, la nostra capacità di affinare l’ingegno per stabilire il minore dei mali?
Chissà quante coppie si sono conosciute discutendo di quanto fossero frustrati durante la compilazione del loro piano di studi.
Ironia a parte (ma trattenete le lacrime), vi auguro una felice, serena e semplice stesura del Piano Carriera.
Io devo andare a finire la mia.

Per informazioni pratiche sulla compilazione del vostro piano, ecco un’ottima guida a cui fare riferimento.

Veronica Repetti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...