Combattere l’acne, il freddo e lo stress: rimedi naturali per sopravvivere.

di Chiara Dalla Longa

Con questo articolo The Password vuole illustrarvi piccoli accorgimenti che possono risultarvi utili, soprattutto nella vita quotidiana di uno studente sempre stressato dalle mille peripezie che deve affrontare in questa odissea universitaria.
La nonna ci consiglia sempre il metodo giusto per risolvere ogni problema, senza spendere troppi soldi in prodotti chimici o medicinali.

1) Lo stress da esami e la disperazione per i miliardi di pagine che ti mancano alla fine del libro ti fanno perdere tutti i capelli tanto da far invidia a Vin Diesel?
Ecco qualche semplice soluzione:

– massaggia spesso e a lungo il cuoio capelluto, facilita la circolazione sanguigna e attiva i follicoli;

– utilizza del caffè tiepido durante il massaggio, che deve durare almeno 10 minuti;

– trita due foglie di salvia in un litro d’acqua e utilizza l’infuso sui capelli per ottenere risultati sorprendenti;

– frulla la polpa dell’ avocado, distribuiscila sui capelli, avvolgi la testa con una pellicola trasparente e attendi mezz’ora prima del risciacquo;

– macina semi di prezzemolo, distribuiscili sul cuoio capelluto e massaggialo mezz’ora prima di andare a dormire, al risveglio rimuovi ogni residuo e in un mese noterai già i risultati!

 
Se invece il tuo problema è l’acne, che dall’età adolescenziale ancora non ne vuole sapere di abbandonarti, ecco qualche consiglio:

Acne_brufolo_salmone_alga_trattamento_salute_pelle_acidi_grassi

– tieni il corpo ben idratato;

– disintossica il tuo organismo bevendo  o assumi sotto controllo medico vitamine, soprattutto la B;

– applica tutte le sere prima di andare a letto una pasta a base di cipolla e miele ottenuta facendo cuocere una cipolla intera con due cucchiai di miele finché il composto diventa morbido. Tienila sul viso per un’ora prima di risciacquare con acqua tiepida;

– tampona la tua pelle con un batuffolo di cotone imbevuto nell’albume, lascia riposare cinque minuti e risciacqua con acqua tiepida;

Se i punti neri sono il tuo problema, invece:

– utilizza il succo di limone, da strofinare sulla pelle prima di andare a letto e da sciacquare con acqua fredda al mattino;

– applica con un batuffolo di cotone l’aceto di mele, lascia riposare dieci minuti e toglilo con un sapone delicato per un rimedio non invasivo che riduce i livelli batterici;

– il cetriolo, prodotto base di diversi cosmetici per la cura della pelle, ti sarà utile se con un batuffolo di cotone ne applichi il succo sulle imperfezioni e risciacqui dopo 15 minuti con acqua fredda;

Se invece il problema sono le cicatrici da acne, basta una pasta composta da un cucchiaino di miele e un cucchiaino di noce moscata da applicare e risciacquare dopo 20 minuti con acqua fredda due volte a settimana.

2) Con l’arrivo dell’inverno nella nostra fredda Torino è bene avere pronti dei rimedi per i geloni a mani, piedi, ginocchia, naso e orecchie, quando la pelle diventa rossa e bluastra, brucia e minaccia di aprirsi. Per evitare ciò è consigliato:

– non passare improvvisamente da una temperatura calda ad una fredda, coprirsi bene, soprattutto indossando guanti e calze di lana, e applicare creme protettive;

evitare le scarpe strette o con tacchi alti, che ostacolano la circolazione;

– fare massaggi con oli, tra cui aloe vera, propoli, arnica, olio di cocco, lavanda, tea tree, miele di manuka. Servono ad alleviare dolore e risanare l’epidermide;

– seguire una dieta equilibrata,, curare più che mai l’igiene personale e preferire le proteine e le vitamine ai cibi grassi e fritti per rinforzare le difese immunitarie.

In caso di gelone sui piedi è utilissimo sia un pediluvio con acqua calda e un cucchiaino di olio vegetale per stimolare il flusso sanguigno sia strofinare le dita con del succo di limone prima di applicare una crema idratante.

3) E ora veniamo a un punto importante per la salute di ogni studente in prossimità della sessione esami invernale, alle prese con iscrizioni, ritardi, consegne e quant’altro faccia da ottimo ingrediente per un esaurimento nervoso.

Vediamo come migliorare la nostra salute e risolvere i problemi con il sistema nervoso:

– respirare profondamente : tecnica semplice che permette il rilassamento, la riduzione dello stress e neutralizza gli effetti dell’ansia. Siediti comodo e con le mani sulla pancia, inspira attraverso l’addome, trattieni il respiro per tre secondi ed espira attraverso la bocca fino a svuotare completamente i polmoni. Continua per dieci minuti e ripeti l’esercizio due o tre volte al giorno;

– camminare a piedi nudi: sulla terra umida, sull’erba morbida o su una spiaggia per trenta minuti al giorno comporta diversi benefici per il corpo e l’equilibrio del sistema nervoso, come la regolazione della frequenza cardiaca, il sonno e la riduzione dello stress;

– esporsi alla luce solare aiuta il corpo a produrre la Vitamina D, utile al nostro organismo. Basta un’esposizione di dieci minuti senza l’uso di creme solari al mattino per avere buoni risultati. E’ possibile ottenere la vitamina D anche tramite il consumo di salmone, tonno, latte, uova e cereali;

– praticare quotidianamente Yoga, meditazione e tenere una corretta respirazione aiuta ad ottimizzare l’umore, ridurre il livello di cortisolo e stimolare il sistema immunitario;

– assumere il magnesio, che favorisce la produzione di serotonina e rilassa il sistema nervoso, può avere un effetto positivo sul vostro umore. Cibi ricchi di magnesio sono cioccolato fondente, spinaci, lattuga, banane, albicocche, mandorle, noci, lenticchie, riso e semi di zucca;

– assumere alimenti ricchi di omega-3, importanti per il corretto funzionamento dei neuroni e delle trasmissioni nervose. Questi alimenti sono semi di lino, noci, sardine, salmone, cavolini di Bruxelles, cavolfiori e spinaci;

– praticare esercizio fisico con regolarità. Sono consigliati nuoto, corsa, camminata e ciclismo;

– bere tè verde e camomilla. Sono molto utili per i loro effetti antiossidanti, l’aumento della vigilanza e dell’attenzione, la riduzione di ansia, isteria, incubi, insonnia e altri disturbi del sonno.

Si consiglia inoltre di non fumare, di riposare il giusto numero di ore, di bere molta acqua e di limitare il consumo di caffeina e bevande alcoliche.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...