La religione e la sessualità, nel 2016 sono ancora così distanti?

di Chiara Dalla Longa

In occasione della Giornata Internazionale contro l’omo-bi-transfobia l‘Associazione Love is Love di Asti promuove un dibattito con la presenza di un importante ospite, Franco Barbero.
Il 20 maggio, dalle ore 21 presso il Diavolo Rosso di Piazza San Martino 4, Don Barbero risponderà a tutte le domande del pubblico, raccontando la sua esperienza nella sua comunità cristiana e le difficoltà del relazionarsi con le diverse realtà sociali.


Ma chi è Franco Barbero?
francobarberojpg
Nato a Savigliano il 24 febbraio del 1939, è un ex presbitero italiano, dimesso dallo stato clericale da Papa Giovanni Paolo II all’inizio del 2003.
Sacerdote dal 1963, co-fondatore della comunità cristiana di base di Pinerolo dal 1974 fino al 2014, anno in cui dà vita alla nuova comunità di base “Casa dell’Ascolto e della Preghiera”, lasciando la precedente esperienza.
Fin dal 1975 ha assunto posizioni di contrasto con la dottrina cattolica e con il pensiero della Chiesa Cattolica su varie questioni sociali in diverse pubblicazioni e in una celebrazione liturgica differente rispetto a quelle previste dal canone cattolico romano.
Franco Barbero espone il suo dissenso su più punti, tra cui le seconde nozze, il celibato dei preti, la predicazione e il ministero dei laici, le unioni tra credenti omosessuali (per cui hanno fatto molto scalpore le benedizioni di coppie omosessuali che ha celebrato nella sua parrocchia).
Ha pubblicato diversi libri in cui critica la Chiesa sui dogmi cristiani, che descrive come “illusione che siano la fotografia della verità”, sul divieto del ministero alle donne e del matrimonio ai sacerdoti, che considera “leggi disumane”, sull’atteggiamento verso la sessualità e l’omosessualità, sui miracoli e sul papato.

Il pensiero di Barbero è dunque molto distante da quello tradizionale ed esprime che Cristo è un semplice uomo, particolarmente illuminato, che presenta un cammino di salvezza umana non diverso da qualsiasi altro cammino religioso.

A causa delle sue pubblicazioni e dalla sua posizione di dissenso viene dimesso dallo stato clericale e dispensato dagli obblighi di celibato con decreto di Giovanni Paolo II, promulgato dall’ allora cardinale Joseph Ratzinger.

Sempre presente in prima linea di fronte alle discriminazioni e alle dimostrazioni di odio, Franco Barbero è spesso ospitato nelle manifestazioni a tematica sociale ed è un importante punto di riferimento per le realtà che sono altrimenti escluse dalla dottrina tradizionale cattolica.
Per saperne di più : Blog di Don Franco Barbero.

 

Un altro importante ospite e partecipante al dibattito della serata sarà Giuseppe Ozimo, che presenterà “Io sono Alessandro”, libro tributo al figlio, co-fondatore dell’Associazione Rete Genitori Rainbow e coordinatore Coordinamento Torino Pride GLBT.
Rete Genitori Rainbow.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...