AAA DOG SITTER CERCASI: 7 consigli per trovare quello adatto a voi

Chi possiede un amico a quattro zampe lo sa: vacanze, lavoro, impegni che trattengono a lungo fuori casa possono far sì che il vostro cagnolino rimanga troppo a lungo da solo.
E’ per questo motivo che sempre più persone si rivolgono ad un dog-sitter.
Il dog-sitter, detto alla maniera inglese, è una persona che porta a spasso il vostro cane quando voi non potete occuparvene personalmente.
Spesso sono studenti o disoccupati che cercano di ottenere guadagni extra, ma è sempre più diffusa la figura del pet-sitter professionista.
Ma come ci si può fidare e come si può selezionare il dog-sitter adatto a voi e al vostro animale? Ecco sette pratici consigli.

1. Perché? E’ molto importante per un cane uscire a fare quattro passi all’aria aperta durante la giornata, anche se vive in un giardino. Fare attività fisica è fondamentale ed è necessario che il nostro amico a quattro zampe scopra la realtà al di fuori della propria famiglia adottiva, annusi diversi odori, incontri persone e animali a lui estranei per evitare comportamenti aggressivi e/o paure nei riguardi di uomini e/o animali sconosciuti, causati dal non essere abituato ad incontarne.

2. Come? Esistono diversi siti e applicazioni dove vengono forniti identità, foto, esperienze, prezzi e posizione del dog sitter, aiutandovi nella ricerca della persona ideale:

Dog Buddy (Questo sito include un’assicurazione su cane e dog-sitter senza costi aggiuntivi per il cliente)
– Pet me (per qualsiasi animale domestico)
– Holidog

3. Chi? Per la ricerca del dog-sitter adatto alle vostre esigenze è importante tener conto che più il cane è “complicato” (ha problemi comportamentali e sociali) e più è opportuno rivolgersi a una persona con esperienza e un minimo di professionalità a riguardo, come la figura degli educatori cinofili, che si occupano di educare cane e padrone ed evitare gli inconvenienti che possono presentarsi nel rapporto cane-uomo o nella socializzazione cane-cane.

4. Quanto? I prezzi variano da persona a persona, ma in genere si spendono dai 5 ai 15 euro all’ora, a seconda della professionalità del servizio. Se vi siete rivolti ad uno dei siti indicati per la vostra ricerca, potete utilizzare il pagamento online, così da avere una garanzia in caso di mancata prestazione.

5. Una volta trovato il dog-sitter bisogna considerare che ogni cane è fatto a modo proprio e ha un proprio carattere, quindi è importante che questa persona instauri da subito un feeling con l’animale, per non aver problemi quando il padrone non sarà presente.

6. E’ molto importante avvisare il dog-sitter di ogni problematica del vostro amico, dalle intolleranze alimentari, alle paure e fobie, agli orari e la tipologia dei pasti, se sarà necessario.

7. Se siete “genitori” apprensivi, lasciate e fatevi sempre lasciare un numero di telefono del dog-sitter, fatevi mandare foto durante le uscite e fornitegli sempre tutto il necessario per la passeggiata.

20110103155203_acr_mg_0727_man_and_dog_warmed

Una volta trovato il vostro dog-sitter di fiducia godrete di un aiuto in più e il vostro cane festeggerò un nuovo amico, fidatevi!

Chiara Dalla Longa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...