7 risposte a 7 domande che non vi siete mai posti

Il mondo è pieno di misteri sui quali noi neanche ci interroghiamo più, data l’abitudine: The Password in questo articolo vi mostrerà come tante cose date per scontate siano in realtà strane e necessitino di una spiegazione.

babbo_natale_coca_cola

Finite le feste abbiamo ancora tutti bene a mente i simboli natalizi che hanno invaso pubblicità, televisione e addobbi, tra cui il più importante Babbo Natale. Un vecchietto grassoccio che vestito di rosso porta i regali ai bravi bambini con le sue renne. Ma Babbo è sempre stato vestito di rosso? E perchè questo colore?
San Nicola, ribattezzato poi Santa Claus negli Stati Uniti, è nato nel diciannovesimo secolo per come lo conosciamo noi ora, e… indovinate un po’: era vestito interamente di verde!
Nel 1931, però, la Coca-Cola aveva la necessità di vendere la sua bevanda anche d’inverno e incaricò un disegnatore di rappresentare Babbo Natale che beveva la bibita, ed ecco che Babbo uscì grasso, simpatico e vestito di rosso, il colore della famosa azienda.

Restando in tema America, vi siete mai chiesti perchè il simbolo del dollaro è una $ e non una D? Il dollaro nasce in Germania, dove la moneta ufficiale nel sedicesimo secolo era il tallero, che migrando nell’America del Sud divenne tollaro e poi lo “spanish dollar” (il dollaro spagnolo). Ben presto per indicare lo spanish dollar si iniziò ad usare una S con due sbarre, che poi si sovrapposero alla S per dar forma all’attuale $. Quando gli Stati Uniti decisero per una moneta unica adottarono il dollaro eliminando lo “spanish”, ma il simbolo rimase lo stesso.

Continuando con gli inglesismi, perchè mai un problema nel sistema informatico si chiama “bug”, ovvero “insetto” in ingleseBisogna sapere che i primi computer erano macchinari che occupavano intere stanze, ad esempio egli anni quaranta il calcolatore elettronico Eniac occupava 72 metri quadrati. Nel 1944 in una calda giornata di giugno un calcolatore smise di funzionare, così un team di esperti cercò a lungo il problema finchè non scoprì che all’interno di un grosso alternatore si era posata una falena, che morendo bruciata aveva causato un guasto alla macchina. Il problema era stato quindi un “bug”, un insetto, e da allora il termine rimase.

La parola che usiamo tutti i giorni, quando rispondiamo al telefono, ci risulta normalissima, ma in realtà perchè rispondiamo con “Pronto?” e non con “Buongiorno”? L’origine di questo uso si trova nella prima conversazione telefonica in Italia avvenuta il 30 dicembre 1877 tra la caserma dei pompieri e la stazione della tramvia di Monza. Tra forze dell’ordine non c’è bisogno di tante formalità e così i pompieri risposero di essere “pronti” a parlare. I Francesi, Tedeschi, Inglesi, Americani, Spagnoli e Giapponesi invece rispondono con un più gentile Ciao (hello, hallo, allo, ola, moshi moshi) .

blog_barbie_dream_it

Il famosissimo prodotto dell’americana Mattel si chiama Barbie, ed è una giovane e bellissima bionda tuttofare. Ma perchè questo nome?
Nel 1959 Ruth Handler e suo marito creano la Mattel e immaginano un nuovo modello di bambola, diversa dalle bambole che avevano l’aspetto di un neonato o di una bambina. Da questo progetto nacque una donna adulta in miniatura che prese il soprannome di loro figlia Barbara, Barbie.

In un matrimonio il momento dello scambio degli anelli è sempre emozionante, ma perchè la fede nuziale si mette all’anulare della mano sinistra? Le origini sono romane e greche: a quei tempi si credeva che l’anulare sinistro fosse direttamente collegato al cuore tramite un’arteria chiamata “vena amoris”, la “vena dell’amore”. I romani portavano quindi la fede nuziale a quel dito e furono poi imitati dai cristiani fino a oggi. Gli ebrei invece usano mettere la fede all’indice destro della sposa e gli ortodossi all’anulare destro.

Chiara Dalla Longa
[Bibliografia: Tutte le risposte alle domande che non vi siete mai fatti – Philippe Nessmann]