Aspettando Humanz, il nuovo album dei Gorillaz

Il mondo della musica, in questi giorni, è in pieno fermento per l’uscita del nuovo album dei Gorillaz, nota band britannica formata dai quattro membri virtuali 2-D, Murdoc, Noodle e Russel, dietro le cui quinte si nascondono Damon Albarn e Jamie Hewlett (famoso per aver co-creato il fumetto Tank Girl).

Il successo di questa band, che ha avuto il picco nel 2005 con il secondo studio album Demon Days, sembrava essersi bruscamente fermato nel 2011 con l’uscita di The Fall, il quarto album in studio che già dal nome sembrava presagire qualcosa di simile a una rottura all’interno della band. Proprio  nel 2012, infatti, Damon Albarn annunciò che i Gorillaz si sarebbero presi una pausa di durata indefinita, a causa di disguidi con Jamie Hewlett.
Sembrava la fine di una delle più famose e originali band inglesi del 2000, ma ecco che nel 2015 i due artisti rivelano alla rivista Rolling Stone di star già lavorando su un nuovo album.
I fan dei Gorillaz hanno ben ragione di gioire: dopo sei anni passati ad aspettare un segno dai vari social della band, ecco finalmente la tanto attesa data di uscita del nuovo album. Il 28 aprile, in tutto il mondo, verrà rilasciato Humanz, il quinto album in studio dei Gorillaz.

Nel frattempo, la band ha già presentato il 23 marzo alcune tracce con tanto di videoclip che è possibile vedere sul loro canale Youtube ufficiale. I singoli rilasciati finora sono cinque: Saturnz Barz, Andromeda, AscensionWe got the Power e Let Me Out. Nello stesso periodo è stata rilasciata anche la cover art dell’album, con i primi piani dei quattro membri virtuali, forse un richiamo alla cover di Demon Days.
La tracklist dell’album presenta ben 20 canzoni, mentre la deluxe edition contiene altre 6 tracce bonus. In piena tradizione Gorillaz, l’intero album è stato realizzato con la partecipazione di vari artisti musicali di diverso genere, tra cui Rag’n’Bone Man, la cantante gospel Mavis Staples, il trio hip hop De La Soul (che il pubblico aveva già incontrato nel singolo Feel Good Inc.) e molti altri.

Cos’ha da offrire questo nuovo album e cos’ha di diverso rispetto ai precedenti? Il tema principale di Humanz, che è stato registrato durante le campagne elettorali di Trump e Clinton, è proprio la politica, o meglio l’emozione suscitata da essa. Damon Albarn disse ai propri collaborati di immaginare un evento inaspettato che avrebbe cambiato per sempre il mondo; in particolare, Albarn disse loro di pensare a un mondo in cui Trump avesse vinto le elezioni – ironicamente non poteva sapere che sarebbe successo davvero – e quindi di immaginare la risposta emotiva delle persone alla sua vittoria presidenziale.

C’è sicuramente da aspettarsi qualcosa di nuovo da Humanz, poiché i Gorillaz amano cambiare e sperimentare. Generalmente identificati come alternative rock, ma chiaramente influenzati da molti altri generi, questa band virtuale non può essere rinchiusa in una sola categoria, ed è forse proprio questo che rende i Gorillaz così riconoscibili.
Non ci rimane che attendere la prossima uscita del nuovo album e sperare presto in un tour italiano.

Federica Messina