7 motivi per cui iniziare a fare cosplay

Il Torino Comics si è concluso la scorsa settimana con una grande affluenza, ma gli appuntamenti dell’anno non si concludono qui!
Con l’arrivare della bella stagione, infatti molte città organizzano eventi e convention per grandi e piccini, dove curiosare tra gli stands e acquistare fumetti e oggettistica difficilmente reperibili altrove.

Il cosplay, ovvero il travestirsi da personaggi dei propri fumetti/videogiochi/film preferiti, imitandone movenze e atteggiamenti, resta però l’attrattiva principale di tali fiere ed è un fenomeno in continua espansione.

Ecco sette motivi per cui dovreste iniziare a fare cosplay:

1 – La preparazione dei costumi
Il miglior modo per iniziare col cosplay è il fai-da-te: ciò consente non solo di risparmiare soldi (un costume su misura creato da professionisti può arrivare a costare parecchie centinaia di euro) ma anche comprendere meglio la mentalità che si cela dietro a tale hobby. Preparare un cosplay significa cercare i materiali adatti, pensare al modo migliore per rendere un dettaglio o parte del costume, realizzarlo e stupirsi un po’ delle proprie capacità. A volte ci si può scoraggiare se non si riesce a ottenere ciò che si vuole, ma anche questo fa parte del gioco! L’importante è scegliere sempre delle mise rapportate alle abilità della persona, ricordando che spesso non è il costume a colpire, ma la sua originalità.

2 – È economico e ecologico
Come già accennato, con le giuste abilità si possono realizzare cosplay fantastici spendendo solo lo stretto indispensabile in materiali. A ciò si aggiunge che può essere un buon modo per iniziare a riciclare i capi di abbigliamento che avete da secoli negli armadi e che probabilmente non metterete mai più. Ricordate quell’orribile gonna che vostra zia vi ha regalato? Perché non tingerla, aggiungerci delle borchie e trasformarla in un immancabile componente del vostro completo?

3 – Imparare a prendersi meno sul serio
In un mondo in cui ogni giorno ci è chiesto di essere seri e affidabili, rispettare le aspettative del capo, dare il nostro meglio a scuola e nello sport, diventa difficile ricordarsi che, a volte, va bene non essere perfetti. Il cosplay si scuce, sporca, non è venuto esattamente come lo si sarebbe voluto? Oramai si è in fiera, e occorre stare al gioco! Scherzaci su, sorridi, non pensarci, anche perché con ogni probabilità nessun altro se ne accorgerà.

4 – Diventare qualcun altro
Una delle mie parti preferite è indubbiamente quella di vestire i panni altrui: troppo spesso siamo costretti a limitare noi stessi e a mostrarci nel modo in cui vogliamo essere visti; il cosplay può essere la via di fuga da questa situazione, in quanto consente letteralmente di essere chiunque si voglia.
Per questo motivo molti cosplayer decidono di modificare il loro comportamento e modo di parlare in base al personaggio che stanno interpretando, ritornando bambini e dimenticando le proprie responsabilità per qualche ora.

5 – Conoscere nuove persone
I cosplayer sono solitamente persone gentili e socievoli, che condividono la passione per serie tv, manga, anime, videogiochi e molto altro. In fiera, non è raro ritrovarsi a parlare dell’ultimo numero di un fumetto che si pensava sconosciuto ai più e fare immediatamente amicizia. Un consiglio è quello di esplorare la fiera da soli, in quanto ciò consente di conoscere molte più persone.

6 – I contest a premi
In ogni convention è possibile prendere parte ad un contest e ricevere dei premi in denaro, cibo, ingressi per altre fiere o buoni! Devo aggiungere altro?

7 – Possibili svolte lavorative
Anche se può non sembrare vero, il cosplay offre molte possibilità di lavoro, specialmente nel mondo dello spettacolo: da una piccola parte in un film, alla creazione di costumi passando per il mondo della make up art o di youtube. Se si raggiungono delle buone competenze e si viene notati dal giusto pubblico, è possibile rendere la propria passione un lavoro redditizio; desiderio che in molti hanno, ma pochi riescono a realizzare.
Perché non provarci?

Elisa Napolitano