7 novità di “Star Wars: Gli ultimi Jedi”

Siamo oramai nel pieno della nuova trilogia della saga Star Wars e, nonostante la sua fedeltà ai primi tre capitoli (sia per le ambientazioni che per il filo della trama), non mancano nuovi spunti di riflessione. Ripercorriamoli assieme!

Questo articolo è pieno di spoiler, per cui non leggete se non avete ancora visto il film.

1. Che cos’è la Forza.
Diceva Obi-Wan Kenobi nel primo capitolo (Guerre Stellari, 1977): “la Forza è quella che dà al Jedi la possanza. È un campo energetico creato da tutte le cose viventi. Ci circonda, ci penetra, mantiene unita la Galassia”. Ne Gli ultimi Jedi Luke Skywalker, istruendo Rey, specifica questo concetto, mentre Rey stessa sente/vede la Forza durante la meditazione. Essa è vita e morte, è calore ed è freddo, è nascita ed è distruzione. Tra questi opposti – in apparenza l’uno buono e l’altro cattivo – vi è un equilibrio, un ordine, la Forza, appunto.

star_wars_last_jedi_kylo_ren_rey_relationship

2. La connessione tra Rey e Kylo Ren.
Stando a questo concetto di Forza, allora, in un certo senso, anche i Sith hanno la loro ragione di essere, in quanto messaggeri della “distruzione”. Se l’opposizione di vita e morte crea equilibrio, è ipotizzabile che un eguale equilibrio si formi nello scontro tra Jedi, buoni e altruisti, e Sith, malvagi ed egoisti. Entrambi necessitano dell’altro per mantenere l’equilibrio. Si può forse spiegare così la bizzarra ”amicizia” tra Rey e Kylo Ren? Vedremo nell’ultimo capitolo se le cose stanno così, se “c’è sotto” qualcos’altro, oppure se era davvero solo una manovra del Leader Supremo Snoke.

 

3. Gli eroi diventano disillusi.
Come non amare il nuovo Luke brontolone e solitario? Così come Han Solo, egli si è ritirato nella solitudine ed è regredito, troppo ferito dagli eventi passati. Segno che il “vissero per sempre felici e contenti” è roba da favole e che l’aver compiuto tempo addietro imprese leggendarie non garantisce un lieto fine, perché esse sono, appunto, passate.

4. La cautela non è codardia, è saggezza.
Secondo la mentalità “americana” di cui siamo impregnati, un eroe si lancia, rischia il tutto per tutto, combatte anche quando ci sono minime chance di vittoria. Forse un eroe lo può anche fare, ma un leader assolutamente no. È proprio il valore della cautela quello che impara Poe dalla Vice Ammiraglio Holdo.

Star-Wars-8-Rose-Tico-Backstory-Photo

5. Sono interessante anche se non sono bella.
Via l’ipocrisia e ammettiamolo: le eroine delle storie fantasy sono belle. Daisy Ridley – l’attrice britannica che interpreta Rey – non è da meno. È comprensibile, quindi, un moto di entusiasmo verso Rose, che non risponde ai comuni canoni di bellezza. Eppure è così coraggiosa, così altruista e così forte che alla fine risulta magnifica. Speriamo di conoscerla ancora meglio nel prossimo capitolo.

CYYQuHuZVTCWes5RRHRABC-480-80

6. Non serve avere il “pedigree”.
Se davvero i genitori di Rey erano solo mercanti – e ribadisco: se davvero lo erano – questa è senz’altro una novità importante. Per essere protagonista di Star Wars non serve più, quindi, essere figlio di uno Skywalker, o essere stato generato direttamente dalla Forza (un po’ come Gesù Cristo…). Anche una persona dai natali più umili può fare la differenza per la Galassia.

7. La verità è qualcosa di complesso.
Com’è diventato cattivo Kylo Ren? Assistiamo a due versioni – la sua e quella di Luke Skywalker – e paradossalmente sono vere entrambe. Ognuno è portatore di una propria visione e le cose non sono mai semplicemente bianche o nere.

Star Wars – Gli ultimi Jedi non è un film perfetto e non è stato esente da critiche – soprattutto da parte dei fedelissimi alla saga e all’Universo espanso di Guerre Stellari (vale a dire tutti i libri/fumetti che ne hanno ampliato la storia) – ma qualcosa ci ha lasciato. Voi cosa ne pensate del film? Vi viene in mente altro da aggiungere a questo elenco? Ditecelo con un commento.

Silvia Gemme

Un commento Aggiungi il tuo

  1. wwayne ha detto:

    Rieccomi! Nel 2017 è uscito un altro splendido film di fantascienza, questo: https://wwayne.wordpress.com/2017/12/03/salvami/. L’hai visto?

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...