Animal Crossing: Pocket Camp – il primo titolo Nintendo per mobile

Animal Crossing: Pocket Camp è stato lanciato il 21 novembre 2017 dalla Nintendo, riscuotendo un discreto successo mondiale e riportando Animal Crossing sotto i riflettori. Si tratta del primo gioco ufficiale per dispositivi iOS e Android della casa videoludica, un simulatore sociale free-to-play che, restando fedele ai titoli precedenti, permette al giocatore di decorare la propria casa, commerciare e interagire con i vari personaggi.

Il gioco è molto semplice: bisogna portare a termine piccole “quest” date dai simpatici animaletti che popolano questo mondo, e che vi chiederanno di trovare per loro certi materiali (frutta, pesci e insetti), tutti facilmente reperibili. A compimento delle missioni, i personaggi daranno al giocatore dei materiali speciali per costruire mobili e accessori con cui decorare il proprio campeggio. Altre cose personalizzabili sono un camper con cui il giocatore può spostarsi da un luogo all’altro (in tutto per ora vi sono 6 aree giocabili) e l’avatar. È infatti possibile acquistare con delle monete vestiti, scarpe e accessori per il proprio personaggio.

Lo scopo di questo titolo per dispositivi mobili è invitare più animali antropomorfi possibile a visitare il campeggio; ma per farlo è necessario per prima cosa costruire gli arredi che tale personaggio preferisce.
Ogni arredo richiede una certa quantità di materiali e di tempo per la costruzioni. Inizialmente il giocatore verrà agevolato con mobili che richiedono pochi minuti e pochi materiali, ma via via che il livello sale e nuovi personaggi entrano in scena, la quantità dei materiali richiesti sarà più numerosa e soprattutto impiegheranno più tempo per essere costruiti. In questo caso vengono in aiuto i “Biglietti Foglia”, la valuta attraverso cui si possono accelerare vari procedimenti del gioco. Il giocatore può ottenere facilmente Biglietti Foglia salendo di livello, ma essendo un mobile game è possibile anche acquistare dall’app store dei pacchetti tramite l’uso di soldi veri. Pocket Camp è quindi un gioco che va giocato quasi quotidianamente, anche solo per pochi minuti in modo da volgere le varie missioni e accumulare materiali.
Il pericolo di giochi come questo è che possano diventare ripetitivi, ma fortunatamente gli sviluppatori aggiornano periodicamente, aggiungendo nuovi personaggi da invitare al campeggio, nuovi arredi ed eventi. L’ultimo aggiornamento importante è stato l’introduzione delle stagioni e del giardino all’interno del proprio campeggio.

Tutto molto bello e colorato, ma per i veri fan della saga Pocket Camp è solo un’altra piccola distrazione dal fatto che la Nintendo non fa uscire un nuovo gioco Animal Crossing dal 2012, uscita di Animal Crossing: New Leaf. Gli spin off come Happy Home Designer e Amiibo Plaza possono essere altrettanto piacevoli, ma a lungo andare stancano. La grande speranza è quella di vedere uscire il nuovo titolo su Nintendo Switch, console che ha mostrato grande potenziale con Legend of Zelda: Breath of the Wild.
La Nintendo per fortuna è famosa per dare ascolto ai propri fan, e il team dietro ad Animal Crossing ha finalmente finito di lavorare su Splatoon 2. Ci si può quindi aspettare – o almeno sperare – che comincino presto un nuovo progetto.

Federica Messina

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...