Forse non tutti sanno… chi è l’uomo dei sogni

Fra il 2010 e il 2011 è diventata virale una notizia in stile Ai confini della realtà, narrata sul sito www.thisman.org: migliaia di persone avrebbero sognato lo stesso uomo, caratterizzato da folte sopracciglia, bocca larga ed espressione semi-sorridente. I sogni sarebbero stati i più disparati – chi lo ha visto volare, chi in uno specchio, chi ha dialogato con lui – così come le persone che lo dichiaravano, abitando esse nei più svariati luoghi del mondo.

Il fenomeno sarebbe partito da New York, dove una donna disegnò per il proprio psichiatra un ritratto dell’uomo che le “infestava” i sogni. Quel ritratto venne riconosciuto da altre persone che lo avevano sognato, e così la notizia si diffuse. Nacque il sito citato, che fornì volantini in tante lingue nell’intento di individuare l’uomo misterioso; i volantini iniziarono ad apparire nelle città, la notizia diventò virale, ne parlarono anche i giornali, tra cui La Stampa, in un articolo intitolato Il mistero dell’uomo dei sogni.

colunistas_ig

 

Le domande a cui dare risposta erano due: chi è l’uomo e come si spiega il fenomeno. Vennero elaborate varie teorie. C’è chi disse che l’uomo era Dio, che si manifestava in quel modo agli uomini. C’è chi disse che si trattava di un “archetipo”: un’immagine dell’inconscio collettivo del genere umano. C’è chi parlò di una persona con poteri paranormali, in grado di intrufolarsi nei sogni della gente, e infine c’è chi disse che era tutta questione di “emulazione”, ossia di suggestione.

È risaputo che il criterio più valido, per sondare un mistero, è individuare l’opzione meno fantasiosa (quella più semplice e probabile). Quindi sarebbe valida l’ultima teoria, non è così? Sbagliato: c’è una spiegazione ancora più semplice. Si tratta di una bufala.

Infatti, circa l’identità della donna che per prima dichiarò di aver sognato “This Man” e del suo psichiatra, e circa l’identità delle migliaia di persone che attestano di averlo sognato a loro volta, non si sa nulla di preciso, non si ha nessuna notizia certa. Questa notizia ha saputo sfruttare il proprio innegabile fascino per diventare virale, e per far dimenticare l’assoluta assenza di elementi di prova a proprio favore. Ma a che pro?

È “venuto fuori” che il sito thisman.org è stato registrato dall’agenzia di Andrea Natella, specializzata in “guerrilla marketing”. Che cos’è il guerrilla marketing? È un tipo di pubblicità innovativa, che punta a fare notizia anziché venire immediatamente etichettata come pubblicità. Mira a diventare virale – sfruttando la curiosità e i meccanismi psicologici degli spettatori – utilizzando meno risorse economiche possibile. Lo scopo promozionale non viene svelato subito, in modo da permettere alla pubblicità di diventare virale come notizia.

Facciamo un esempio: nel 1999 venne lanciata in rete la leggenda metropolitana su dei giovani cineasti scomparsi in una foresta del Maryland, foresta che si dice abitata da una strega. Dopo non molto uscì al cinema The Blair Witch Project, un horror in cui viene narrata la sfortunata vicenda di questo gruppo di cineasti attraverso le loro riprese.

Il mistero dell’uomo dei sogni ha ottenuto – grazie alla propria viralità – spazi su giornali, meme, maschere… Può essere dunque che sia stata tutta una (ben riuscita) strategia auto-promozionale. Oppure – dato che si parlò di un possibile horror dal titolo This Man – una pubblicità in stile “strega di Blair”.

Per concludere, se vi piacciono questi argomenti e trovate interessante “smontare misteri”, vi consigliamo di tenervi aggiornati sui lavori del CICAP (Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sulle Pseudoscienze).

Silvia Gemme

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...