Torino Comics 2018, un paradiso nerd

Anche quest’anno per la ventiquattresima edizione del Torino Comics Lingotto Fiere si converte in un paradiso nerd, raggiungendo il record di 56.000 visitatori. La manifestazione si è svolta il 13, 14 e 15 aprile, con un fitto programma di eventi che spaziavano dall’International Cosplay League, una competizione di abili cosplayer provenienti da tutto il mondo, il cui premio finale era un viaggio per due persone al London Film and Comic Con e un incontro con Jason Momoa, attore di Game of Thrones fino alla mostra “I miti del cinema” presentata da Paolo Mottura in persona, uno dei celebri disegnatori Disney, che ha brillantemente rivisitato attraverso alcune illustrazioni i grandi classici del cinema.

i6DLQ0zc_1612171151211gpaddLitoMottura7

Domenica 15 nell’area dedicata all’Universo Marvel è avvenuto l’incontro con i doppiatori Massimiliano Manfredi, la voce di Thor, David Chevalier, che presta la voce al fratello, Loki, e Paolo Buglioni, doppiatore di Nick Fury.
Inoltre era presente una zona riservata a numerosi giochi di ruolo, di carte o da tavolo, messi a disposizione a tutti i visitatori che potevano sedersi ad un tavolo e provarli gratuitamente, con l’ausilio di esperti e dimostratori o con i propri amici.
Nel secondo padiglione si potevano trovare aree dedicate a film come Star Wars, con l’immancabile combattimento con le spade laser, eseguito da veri esperti ed aspiranti Jedi, o ad Harry Potter, Il Signore degli Anelli e anche un’escape room a tema IT , in occasione del recente film di Muschietti.
Il terzo padiglione invece era dedicato al mondo dei videogames: era possibile infatti provare gli ultimi sistemi di realtà virtuale, sofisticati simulatori di guida, ma anche i vecchi videogiochi degli anni ’80/‘90, e ovviamente le immancabili postazioni per giocare a quelli più moderni e celebri come Call of Duty, Fifa, Overwatch
Infine non potevano mancare i pezzi forti di ogni fiera: un vero e proprio labirinto di stand in cui era possibile acquistare fumetti, manga e merchandising di ogni tipo, vestiti, poster, videogiochi, pezzi rari o semplice oggettistica. Si potevano incontrare diverse case editrici come Shockdom, Star Shop… Stand per tutti i gusti: per gli amanti del Giappone, dai gamers fino agli otaku più accaniti, ma non solo… L’atmosfera di spensieratezza ed allegria che aleggia in un’ambiente dove tutti condividono passioni simili, la libertà di vestire i panni del proprio personaggio preferito senza paura di essere considerato strano, la musica, il cibo (anche se troppo caro) e la felicità di svuotare il portafoglio per comprare una graphic novel che aspettavi da mesi, è questo che significa andare ad una fiera, dove anche chi decide di partecipare per semplice curiosità può sentirsi a casa.

Eleonora Grossi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...