Piemonte, regione di laghi: ecco i più suggestivi – AroundTheWord

L’Italia è una terra meravigliosa. Ricca di storie e culture che l’hanno modellata nel tempo e di luoghi dai panorami magnifici. Ogni regione italiana, infatti, è caratterizzata da bellezze diverse: c’è lo splendido mare del nostro meridione e il maestoso arco alpino del settentrione.

Il Piemonte, in particolare, trova la sua ricchezza paesaggistica, oltre che nella cornice delle Alpi che lo sovrasta, nei numerosi Laghi. Si tratta di laghi alpini di origine glaciale e morenica, splendidi e rinfrescanti per passeggiate nelle giornate primaverili e alcuni addirittura balneabili in quelle dell’estate più inoltrata!

Scopriamoli:

  1. Il più grande (e famoso) è sicuramente il Lago Maggiore.

    “Se hai un cuore e una camicia, vendi la camicia e visita i dintorni del Lago Maggiore” (Stendhal)

    Secondo per estensione in Italia, è condiviso (e di conseguenza segna il confine) con la Lombardia e con la Svizzera. Si trova tra le province di Novara e del Verbano-Cusio-Ossola, ha una superficie di 212 km² ed una profondità massima di 372 m. E’ caratterizzato -oltre che dai sei splendidi castelli- dall’arcipelago delle isole Borromee: tre isole, un isolino e uno scoglio, di cui la più nota è Isola Madre. Ideale, insomma, per lunghe passeggiate ed escursioni, ma anche per fare il bagno, visto che sono predisposte delle vere e proprie spiaggette: del resto, i laghi più estesi vengono proprio chiamati “mari interni”.

  2. Pochi km e ci si trova in un altro lago sempre fra le province di Novara e Verbano-Cusio-Ossola: si tratta del suggestivo e mozzafiato Lago d’Orta.
    Ha una superficie di 18,2 km² e vi troviamo l’Isola di San Giulio, a 400 m dalla riva, sulla quale è d’obbligo visitare la bellissima abbazia Mater Ecclesiae. Atmosfera indimenticabile, non a caso il famoso chef Cannavacciuolo ha scelto Orta San Giulio per il suo più elegante ristorante. E non solo: Umberto Eco, Gianni Rodari, Giuseppe Tornatore hanno tutti scelto questo luogo per ambientare le proprie storie.
  3. Lago di Mergozzo: non ci spostiamo, se non di pochissimi chilometri, dai precedenti e troviamo un altro spettacolare paesaggio. Affaccia su di esso il caratteristico paesino da cui prende il nome, ma la sua attrattiva principale è la limpidezza delle acque: vanta, infatti, una Bandiera Blu per la qualità dell’acqua. Da anni è vietato l’uso delle imbarcazioni a motore: ciò ha fatto sì che venga considerato un paradiso per gli appassionati di sport acquatici, in particolare di nazionalità tedesca. E’ decisamente piccolo, però: 1,82 km².
  4. Lago di Viverone (5,72 km²). Fra Torino e Biella, troviamo quest’altra splendida oasi che vanta, oltre che paesaggio e atmosfera, anche un’importanza di valore storico: tra il 1956 e il 1976 vi fu un ritrovamento di resti di monili, armi e ciottoli vari, appartenenti a popolazioni preistoriche, che vivevano in villaggi palafitticoli risalenti all’Età del Bronzo (1500-1450 a.C. e 1050-1000 a.C.), al cosiddetto periodo fittile; nel 1996 venne individuato, presso Cascina Nuova, un primo campo subacqueo di pali, i resti di un insediamento preistorico che è entrato nel 2011 nell’elenco del patrimonio dell’umanità dell’UNESCO.
    Una visita, dunque, obbligata!
  5. A circa 30 km da Torino, nella Val di Susa, ci sono i Laghi di Avigliana sui quali si affaccia la Sacra di San Michele, il simbolo vero e proprio di questa regione.
    Formati dal Lago Grande e dal Lago Piccolo, separati da uno stretto istmo, sono entrambi, malgrado il nome, di estensione ridotta (rispettivamente 0,91 e 0,61 km²). Sono però considerati fra i più belli d’Italia: il Lago Grande, anche detto Lago della Madonna, è  stato giudicato il terzo lago più bello e pulito d’Italia. Romantici, rasserenanti, una poesia della natura!
  6. Lago di Candia: sempre a 30 km da Torino, nel Canavese, area naturalistica protetta, ultima della Pianura Padana prima delle Alpi.  Un Paradiso per chi ama il contatto con la natura, ha un’estensione modesta di 1,52 km², ma è circondato e arricchito da uno splendido parco immerso nel verde e lontano dal caos. Ideale, davvero, per chi vuole staccare la spina e immergersi nei suoni, odori, colori della natura. E’ possibile fare un giro in battello, lungo un’ora, per esplorare completamente la zona.

Queste sei mete non sono le uniche lacustri che troviamo in Piemonte: se si vuole approfondire ancora di più la conoscenza dei Laghi piemontesi, ci sono quelli della Serra di Ivrea, ve ne sono numerosi anche nel biellese e a ridosso del confine con la Francia troviamo i suggestivi laghi del Monviso.

A quanto pare, i prossimi weekend sono già… occupati! 

Un commento Aggiungi il tuo

  1. artechiacchiere ha detto:

    Il Piemonte è una regione meravigliosa, tutta da scoprire. Grazie dei consigli

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...