Anna di Niccolò Ammaniti: bello e terribile

“La vita non ci appartiene, ci attraversa”.

Anna ha tredici anni e vive sola con suo fratello in una Sicilia ormai semi-deserta, dove i grandi sono stati decimati da una malattia mortale che colpisce tutti, senza esclusioni, ma cui i bambini sono immuni fino alla pubertà.

In questa realtà distopica la ragazzina deve proteggere il fratellino piccolo, procacciarsi da mangiare e cercare di non impazzire ripensando alla morte della madre. Anna è terribilmente sola ma combatte ogni giorno, perché da qualche parte nel suo cuore sa che la vita è importante, è sacra.

Questo libro di Niccolò Ammaniti, edito da Einaudi nel 2015, colpisce profondamente per due ragioni: per la sua crudezza – i “pugni allo stomaco” si susseguono ad ogni capitolo – e la grande purezza dei protagonisti, che cercando di sopravvivere dimostrano nonostante tutto un’umanità enorme, oltre che una grande complessità. Se vi piacciono le storie ambiente in futuri post-apocalittici Anna non vi deluderà assolutamente, sarà anzi positivamente sorprendente scoprire tanta “italianità” in un genere che è abbastanza estraneo al nostro stivale. Vi dobbiamo però avvertire: Anna non è per i deboli di cuore. Vi farà piangere e stare male come cani, vi farà sentire quello che sente lei, la bambina a cui è stato tolto tutto, anche il diritto di crescere.  Se non siete pronti a questa sfida, lasciate perdere. Se invece volete coglierla, questo romanzo vi darà molto in cambio.

Qual è però il messaggio del libro? Non certo quello di abbandonarsi alla disperazione, ma semmai l’esatto contrario: Anna lotta per la sua famiglia e i suoi amori, anche quelli a quattro zampe. Non si lascia indietro nessuno e se perdere la speranza significa prima o poi morire, meglio morire cercando di trovare una via di fuga all’orrore. Vivere, crescere, sono l’unica scelta, l’unica via percorribile.

Questo testo del grande Ammaniti, così pregno di significato e così libero da pregiudizi verso l’età adolescenziale, vale la pena di essere letto e amato alla follia, quindi leggetelo!

E amatelo.

Anna Contesso

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...