7 arti marziali che forse non conosci

Tra le arti marziali note ai più, come Judo, Jujitsu, Karate, Kung fu, Aikido, ecc, ne esistono molte altre meno conosciute, ma altrettanto affascinanti, oggi The Password ve ne farà scoprire 7 di cui (forse) non avete mai sentito parlare.

kobudo22Kobudo: Quest’arte marziale nata ad Okinawa può essere tradotta con “L’antica arte marziale” ed è caratterizzata da un ampio uso di armi tradizionali giapponesi, per lo più di origine contadina. Le armi del repertorio del Kobudo di Okinawa comprendono ben 17 tipi diversi di armi tra cui il Bo (ovvero il bastone lungo 6 piedi), il Tunkwa o tonfa (manganello con manico usato a coppia), il Sai (tridente metallico usato a coppie), il Nunchaku (Sì, quello dei ninja NDR), il ChoGama (falce lunga) e molte altre. In realtà, comunque, il Kobudo, essendo così ricco di armi, mette insieme moltissime tradizioni di arti marziali differenti.

Escrima: Tra le arti marziali filippine spicca l’Escrima, un sistema di combattimento armato, ma anche a mani nude. La sua caratteristica è di ricercare un approccio concreto, semplice ed efficace per essere in grado di preparare i praticanti a qualsiasi tipo di situazione si pongano. La particolarità dell’Escrima è che si comincia lo studio dell’arte marziale imparando subito ad usare le armi. Successivamente si passa al combattimento a mani nude applicando le tecniche, le famiglie di movimento e le tattiche di combattimento apprese con le armi.

Moraingy: Quest’arte marziale originatasi in Madagascar risulta indubbiamente cruenta e poco politically correct. Il combattimento è costituito in prevalenza dall’utilizzo di diversi tipi di pugni, ma è possibile anche calciare l’avversario e si svolge sulla sabbia o sulla terra battuta. Ci si affronta a suon di musica tradizionale e molti combattenti riescono comunque ad essere spettacolari oltre che potenti, divertendo notevolmente il pubblico con schivate quasi impossibili e atteggiamenti di scherno o provocazione nei confronti del contendente.

tah7.jpgTahtib: In Egitto si presenta invece il Tahtib, arte marziale basata prevalentemente sull’uso di un bastone di legno della lunghezza di 120 cm, che serve per colpire, schivare e parare. Le origini di quest’arte sono antichissime: si presume risalga al II millennio a.C. Gli antichi egizi praticavano la scherma col bastone o il combattimento col bastone come forma di intrattenimento, per cui non veniva effettivamente impiegata nei combattimenti, ma prediletta come allenamento e sport.

Kenpo: Un’altra arte marziale che invece non prevede l’uso di armi è il Kenpo, arte probabilmente praticata dal VII secolo dai monaci buddisti di Shaolin. Le tecniche comprese sono: calci, pugni, proiezioni, lussazioni, leve articolari e combattimento corpo a corpo sia in piedi che a terra. I combattenti indossano guantoni e speciali protezioni per il viso e il busto.

dsc_0483-tm.jpgSsireum: La Corea, tra le numerosi arti marziali che la contraddistinguono, vanta anche il Ssireum, una particolare lotta che si svolge in una buca di sabbia in cui due combattenti (preferibilmente quelli che noi chiameremmo pesi massimi, visto che il peso auspicato è tra i 100 e i 150 chili), cercano di capovolgersi l’un l’altro usando come presa il satpa, il pezzo di stoffa che cinge loro vita e cosce.

Vovinam: Ecco la sintesi delle arti marziali vietnamite: il Vovinam si basa sulla codifica delle tecniche marziali e dei principi di varie scuole appartenenti a diverse tradizioni. L’allievo comincia a conoscere il proprio corpo tramite una ginnastica completa che coinvolge non solo il fisico, ma anche la mente. Il lavoro si suddivide in tre settori principali: il lavoro di base individuale, il lavoro di base a coppie e le applicazioni.

Veronica Repetti

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...