Vipere e altri serpenti: come comportarsi e perché non ucciderli

Come al solito, l’estate è la stagione dei serpenti. I rettili italiani compaiono sempre più di frequente in campagna, fra i monti e sulla costa, scontrandosi inevitabilmente con gli esseri umani che vi abitano. Da qualche tempo diverse associazioni ambientaliste hanno richiamato l’attenzione su un fenomeno ormai tristemente famoso sui social network: foto di rettili uccisi con bastoni e altri utensili di fortuna, di solito accompagnati da qualche frase autocelebrativa o da richieste di chiarimenti sull’animale in questione.  La domanda è sempre la stessa: “Era una vipera? Ho fatto bene a ucciderla?

La risposta, tendenzialmente, è no. Negli scorsi anni diverse iniziative di associazioni ambientaliste o di divulgazione scientifica, insieme alla stessa Guardia Forestale, hanno tentato di spiegare il motivo attraverso campagne di informazione mirate a scoraggiare i cittadini dall’uccisione di serpenti e affini in assenza di qualsiasi pericolo.

37065676_1740371602749947_8729889339745501184_n
Volantino realizzato da WWF YOUng per contrastare la disinformazione su vipere e altri serpenti.

Sebbene chi abita in campagna sia di solito in grado di distinguere una vipera da un serpente non velenoso, la regola non vale per la maggioranza della popolazione: a fare le spese del timore ingiustificato dei morsi sono anche altri animali come le bisce e i biacchi, entrambi innocui, che vengono spesso uccisi se trovati in giardino o vicino a qualche corso d’acqua. In realtà la forma tipica della vipera, più tozza e dalla testa chiaramente triangolare, è piuttosto semplice da distinguere: di solito sono sufficienti pochi secondi di osservazione. Sul web si trovano diverse guide per imparare a individuare i diversi tipi di serpente per poi comportarsi di conseguenza.
Queste guide, tuttavia, non forniscono una giustificazione in caso di uccisione del rettile. Le vipere e tutti gli altri serpenti, infatti, in Italia sono protetti per legge: ucciderli, catturarli o disturbarli è severamente vietato e un comportamento scorretto può portare a sanzioni pecuniarie. Senza contare che uccidere o danneggiare una specie causa danni enormi all’ecosistema.

Per ridurre il rischio di morsi è necessario prendere alcune precauzioni: indossare protezioni adeguate quando si cammina nell’erba alta, fare rumore per spingere eventuali serpenti alla fuga mediante le vibrazioni nel terreno, non infilare le mani in buchi scuri senza prima controllare cosa c’è dentro, prestare particolare attenzione nei pressi di pietraie e corsi d’acqua, dove i serpenti vanno ad abbeverarsi. Occorre ricordare in ogni caso che le vipere sono animali timidi, che preferiscono scappare piuttosto che attaccare un essere umano solo per il gusto di farlo: sebbene sia giusto fare attenzione durante le gite in natura, il pericolo percepito è infinitamente minore di quello reale.

In caso di potenziale pericolo, come la presenza di una vipera in giardino o nelle vicinanze di bambini e animali, è possibile contattare la Guardia Forestale nelle Regioni che prevedono questo servizio, i Vigili del Fuoco o i vari CRAS (Centri di Recupero Animali Selvatici), che dovrebbero occuparsi del problema senza danneggiare il rettile. In caso di morso, che si tratti di serpenti velenosi o meno, è necessario recarsi al pronto soccorso per prevenire il rischio di infezioni. Mantenere la calma alla vista di un serpente può risultare difficile, specie in caso di fobie, ma è necessario cercare di non perdere la testa per salvaguardare al tempo stesso il proprio benessere e quello dell’animale.

Valeria Quaglino

Un commento Aggiungi il tuo

  1. Fotografia In.... ha detto:

    Bellissimo articolo. Ti invito a visitare il mio sito gratuito. Fotografiain. Word press. Com

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...