7 consigli alle matricole 2018/2019

Andare in Università con la sensazione che qualcosa di nuovo e di bello stia cominciando, guardarsi attorno con la voglia di imparare il funzionamento di questo mondo così diverso dal Liceo… sono le sensazioni che accompagnano il primo anno di Università. Nel darvi il benvenuto, matricole 2018/2019, eccovi 7 consigli per affrontare al meglio la vostra nuova vita universitaria.

Aspettate prima di compare libri!

Il primo errore che fa chi arriva dalla scuola superiore è fiondarsi a comprare valanghe di libri di testo, credendo che serviranno a lezione. Nope. Salvo che il professore dica diversamente (e questo per la verità dipende molto dalla facoltà), a lezione si prende appunti su ciò che spiega lui. Inoltre i professori universitari hanno un vizietto dispettoso, che è quello di consigliare il libro a lezione (sì, ok, sulla pagina dell’insegnamento ce ne sono scritti più di uno e alternativi l’uno all’altro, ma non cascateci: spesso uno solo è il loro preferito). Per non parlare di chi deve avere libri aggiornati a determinate novità, in quel caso vi si farà comprare l’ultima edizione, finita di stampare circa tre ore prima. Insomma, aspettate le indicazioni del professore prima di comprare.

Risparmiate dove potete.

Avendo già da pagare le tasse universitarie, è bene evitare di fare gli spendaccioni e per fortuna numerose sono le accortezze che si possono adottare. Potete comprare libri usati da Libropoli (se non lo conoscete ancora, siamo sicuri che l’efficientissimo servizio di volantinaggio colmerà la vostra lacuna nel giro di poco tempo) e simili. Per mangiare – qualora non aveste voglia di portarvi il cibo da casa – ci sono diversi localini e mense a prezzi modici per studenti, si tratta solo di fare un giretto per individuarli.

Sopportate la solitudine.

Per chi non ha amici che hanno scelto la sua stessa facoltà all’inizio può essere strano seguire le lezioni da solo e passare da solo le pause dall’una all’altra. Ma è una situazione che ben presto si risolve. In tanti sono nella stessa situazione e la voglia di socializzare c’è. Il consiglio che vi diamo è di non essere timidi e attaccare bottone anche voi.

Sfruttate la vita in città.

Questo è un consiglio che rivolgiamo ai fuori sede e agli studenti che vengono dalla provincia: Torino ha moltissimo da offrire anche al di fuori dell’Università. Musei, attività, eventi, iniziative… è una città bellissima e sempre in movimento, sarebbe davvero un peccato non cogliere nessuna delle cose che ha da offrire.

Se non fa per voi, cambiate.

Questo consiglio è da prendere con le pinze e ora cerchiamo di spiegarci meglio. Abbiamo visto troppe persone intestardirsi nel fare una facoltà che non faceva per loro (a volte per non ammettere di avere fatto una scelta sbagliata, altre per fare felice qualcuno), e alla fine mollare dopo due o tre anni. Ecco, se (speriamo di no) tutto quello che studiate vi è insopportabile, se iniziate a odiare la vostra facoltà e le sue materie e se vivete ogni ora sui libri come una tortura quotidiana… chiedetevi se non è il caso di cambiare. Questo ovviamente non significa mollare alla prima difficoltà! Di esami difficili o che non vi piacciono ce ne saranno, ma tutto sta a chiedersi se, complessivamente, siete felici del vostro percorso.

Godetevi questi anni.

Stando a ciò che si dice, (e perdonatemi l’espressione un po’ enfatica) questi saranno i migliori anni della nostra vita. Gli anni in cui siamo finalmente adulti, in cui studiamo ciò che ci piace, per diventare ciò che vogliamo. Gli anni in cui iniziamo a respirare aria di libertà, senza che chi ci ha guardato le spalle fino ad adesso ci lasci completamente a noi stessi. Da studentessa che sta per iniziare il suo quinto anno di Università e che sente la sua esperienza quasi agli sgoccioli (che ridere, davvero sto raccontando a me stessa che finirò in tempo?) mi sento di consigliarvi di godere il più possibile di questi anni di vita universitaria, e di mettere passione in tutto quello che fate.

Ma adesso veniamo all’ultimo consiglio, quello veramente importante.

Seguite The Password, giornale degli studenti di UniTo (cioè noi)!

Altrimenti come farete a conoscere le novità torinesi e dell’ateneo? Mettete il like alla nostra pagina, dove troverete un nuovo articolo ogni giorno, e aspettate con trepidazione le nostre uscite cartacee!

Silvia Gemme

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...