Il fascino senza tempo della natura morta

Il tema della Natura Morta è una creazione artistica intramontabile, capace di suscitare emozioni intense da centinaia di anni. Ciò avviene perchè questo genere pittorico permette di assecondare le forme descritte dalle stagioni e ripercorrere con gratitudine le linee morbide dei suoi frutti. Lo sguardo dell’osservatore scivola sulle curve descritte da queste creazioni naturali che nelle loro particolari ed imperfette geometrie impongono senza violenza il proprio spazio sulle mense.

80247-to-e1530134168879

Si tratta di tesori dalle cromie tiepide, realtà compiute e sole. “Queste sono tutto e vivono occupate e tranquille nel loro intimo centro caldo e perfetto”. E’ difficile comprendere come la natura abbia tanta facilità nell’imporre la sua bellezza, nell’attirare magneticamente l’occhio umano e trasportarlo in realtà di sogno. Le forme emergono nello spazio reale, realtà banali che improvvisamente suscitano emozione e trasporto.

I nostri oggetti non si impongono l’uno sull’altro. Sono forme “costanti d’amore e aspirazione” che si accompagnano e sostengono nella libera espressione di se stesse.  Questi prodotti della natura, come noi, sono maturati sotto il sole delle stagioni ma il loro sviluppo è stato spontaneo e paziente. Queste realtà non hanno bisogno di imporsi su nulla e su nulla avanzano pretese, pazienti si lasciano maturare dal sole, vitale astro nel celeste divenire.

All’interno delle nature morte i corpi sono solitari e silenziosi ma capaci di emozionare e regalare serenità. questa gioia dell’essere matura e s’appaga dello spontaneo percorso del proprio destino. Ridente dolcezza delle forme che si accostano con fiducia e libertà l’una all’altra e che traggono beneficio in questa segreta e complice vicinanza.

Risultati immagini per Natura morta sabauda

“E noi, spettatori sempre, dovunque, a tutto questo rivolti” ci commuoviamo di fronte a queste estatiche realtà. Ricerchiamo nelle linee dei nostri corpi quella perfetta armonia dell’essere che si risolve nell’equilibrio dei propri contrasti. Rivolgiamo poi i nostri sguardi all’altro nella speranza di realizzare come i frutti attraccati sulle mense l’utopia dei rapporti ideali: leali e incorrotti.

Il tema della natura morta è capace di appagare lo spettatore contemporaneo quanto quello passato perchè si realizza essenzialmente nell’autenticità di un sentimento che si manifesta intimamente. Al di là delle categorie spazio-temporali risiede la vita. Fonte inesauribile di stupore. “Accoglietela come suona, senza perdervi in interpretazioni”.

Angela Calderan

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...