Tucker & Dale VS evil: la commedia horror che manca in Italia

Tucker e Dale sono due amici un po’ bifolchi e un po’ sempliciotti (in inglese hillbiellies, ovvero montanari), ma dall’animo gentile, che sono finalmente riusciti a ottenere la vacanza dei loro sogni: prendere una piccola casetta nel bosco in cui andare a rilassarsi facendo lavori manuali e bevendo birra.

Nello stesso periodo, un gruppo di collegiali scapestrati decide di fare la classica tendata nel bosco all’insegna di alcol, sesso e falò, condendo il tutto con immancabili storie dell’orrore serali.

Tucker-Dale-vs.-Evil-670x353La prima sera della loro vacanza, Tucker e Dale decidono di andare a pescare, mentre i ragazzi optano per fare il bagno nudi. Su una roccia, una delle ragazze, Allison, si sta togliendo i vestiti e Tucker e Dale si trovano a pochi metri da lei intenti a pescare, cercando di non fare rumore sperando che lei non pensi che loro la stiano spiando. Essendo particolarmente maldestri, Allison li sente e spaventandosi cade dalla roccia perdendo i sensi. I due amici vanno a soccorrerla e vedendo che perde sangue dalla testa decidono di portarla nella casetta per medicarla. Gli altri studenti sono intenti a fare il bagno più lontano e, vedendo Allison che viene caricata in spalla dai due uomini, pensano che la stiano rapendo.

tucker-dale-vs-evil-pic-2Da lì in poi, comincia una faida tra i collegiali che cercano di riprendersi la presunta amica rapita e Tucker e Dale che cercano di spiegare il fraintendimento. Nel frattempo, una serie di incidenti inasprisce gli equivoci, portando la trama verso un intreccio di malintesi tanto macabri, quanto spassosissimi.

Tucker & Dale VS evil, uscito nel 2010, ma mai doppiato in italiano, ma facilmente reperibile sottotitolato, è davvero una chicca sia per gli amanti delle commedie, sia per gli amanti degli horror. I due generi si fondono per creare una commedia brillante che utilizza tutti i clichè dei film horror, combinandoli in maniera strepitosa, a partire dagli stereotipi sui protagonisti, sulle location e sui possibili sviluppi assassini.

Ribaltando i ruoli e dando una prospettiva totalmente diversa, in un certo senso anche con valenza sociale, degli hillbiellies, Tucker & Dale VS evil riesce brillantemente a conquistare la simpatia del pubblico, garantendo 89 minuti di puro divertimento anche a chi è meno esperto di horror.

Ed ecco quindi la prova che i fraintendimenti possono uccidere.

Tucker: All right… I know what this is.

Dale: What?

Tucker: This is a suicide pact.

Dale: It’s a what?

Tucker: These kids are coming out here, and killing themselves all over the woods.

Dale: My God, that makes so much sense.

Veronica Repetti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...