A STAR IS BORN – BRADLEY COOPER E LADY GAGA, UNA FANTASTICA CERTEZZA E UN’EMOZIONANTE NOVITA’

Bradley Cooper raccoglie la sfida e accetta di dirigere il suo primo film prendendo l’idea abbandonata da Clint Eastwood. Ci troviamo di fronte al nuovo remake di “A star is born” che mostra sullo schermo per la quarta volta la realizzazione del classico sogno americano. Ad affiancare il più volte candidato agli oscar, che oltre ad essere regista, produttore e co-sceneggiatore, interpreta anche il ruolo di Jackson Maine, la diva pop Lady Gaga nei panni di Ally. La parte della co-protagonista femminile era inizialmente destinata ad un’altra stella, Beyonce, che a causa della gravidanza ha abbandonato il progetto dando così a Cooper la possibilità di scegliere la Germanotta che con “A Star is Born” segna il suo grande debutto cinematografico. Pur avendo già visto Lady Gaga sul piccolo schermo con la sua chiacchierata apparizione in American Horror Story Hotel, la dolce ma intraprendente Ally si discosta dal personaggio della Contessa, regalandoci un’interpretazione nuova, che si alterna fra momenti più spontanei e altri in cui risulta un po’ troppo melodrammatica. Questa pecca può essere giustificata dalla breve esperienza attoriale della diva che però viene assolutamente compensata dall’enorme talento in ambito musicale e canoro.

La trama per quanto interessante e ben sviluppata può risultare però nel complesso abbastanza prevedibile: la giovane promessa sconosciuta che, dopo aver incontrato il cantante famoso con il quale nascerà una bellissima nonché tragica storia d’amore, viene lanciata e diventa una star, scontrandosi poi però con la dura realtà del mondo dello spettacolo che non guarda in faccia nessuno. Gaga stessa ha rivelato di aver accettato la parte anche per poter raccontare parte della sua vita, in quanto si tratta di vicende che l’attrice, nata come pop star, ha dovuto affrontare personalmente.

A rendere più interessante e particolarmente degno di nota il film è sicuramente la colonna sonora, interamente creata e interpretata dalla Germanotta e da Cooper che per la prima volta canta registrando direttamente dal vivo i brani. La musica si presenta sicuramente come la terza protagonista del film in quanto ogni singolo brano è stato studiato e selezionato con lo scopo di trasmettere allo spettatore nuove sfumature dei personaggi e delle situazioni. Resa pubblica subito dopo l’uscita del film nelle sale ha già avuto un enorme successo a livello internazionale, conquistando le classifiche e rendendo sempre più concreto il sogno di un possibile oscar, oserei dire abbastanza meritato.
Hanno un ruolo assolutamente principale anche i corpi degli attori che ci pongono un Bradley Cooper invecchiato e sciupato dall’alcool e dalle droghe ma pur sempre un sex symbol, e una Lady Gaga di una bellezza che non può essere considerata canonica ma che con il suo leggero strabismo di Venere e il naso imperfetto ci ammalia e affascina fin dal primo istante.

Il film è stato presentato, fuori concorso, per la prima volta alla 75ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia, dove è stato accolto da una standing ovation di ben 8 minuti e un mese dopo al Toronto International Film Festival, durante il quale Lady Gaga ha dichiarato: “Non sarei qui senza la comunità gay, quello che mi hanno insegnato sull’amore, l’accettazione e il coraggio”. Le parole della Germanotta sono coerenti rispetto alla volontà registica di comunicare un sottile messaggio sociale, soprattutto in quest’epoca di intolleranza, attraverso le eccentriche drag queen del noto talent americano RuPaul’s Drag Race.

Abbandoniamo dunque prime di entrare in sala il ricordo della Lady Gaga coperta di carne del 2010 che con Bad Romance conquistava le classifiche, per una Stefani completamente nuova e acqua e sapone.
Nel complesso un film dalla trama un po’ scontata ma commovente che lascia lo spettatore con l’amaro in bocca addolcito dalla travolgente voce della protagonista.

Daniela Frezzati

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...