“Helikon”, la webserie mystery ambientata in una Torino magica

Helikon è un progetto crossmediale, una storia costruita tramite diversi strumenti narrativi, in cui lo spettatore-lettore ha il compito di unire i segmenti che ne espandono la trama. Da una parte, infatti, c’è una webserie, composta da quattro capitoli (di cui finora abbiamo visto il primo), diretta da Taiyo Yamanouchi e prodotta da Grey Ladder e Dimago, in associazione con Adrama, Karma Communication, Michele Azzarito e Luca Brunetti. La serie è sostenuta dal bando Under35Digital, promosso da Film Commission Torino Piemonte e Regione Piemonte. Dall’altra c’è un fumetto, anch’esso di quattro capitoli, realizzato da Laura Guglielmo e Jacopo Paliaga e uscito su Wilder, etichetta indipendente di fumetti online, inediti e gratuiti.

Nel primo capitolo della serie, con note di mystery e thriller e sullo sfondo di una misteriosa Torino, vediamo Daniel Corvi (Federico Tolardo), scrittore horror di successo, interrogato riguardo alla scomparsa della compagna, Sonia Reas (Gaia Messerklinger). Una serie di flashback ci riportano a tre anni prima, ossia all’incontro tra i due e all’esordio di Corvi come scrittore.

Tutt’altra ambientazione ha il primo capitolo della storia a fumetti (che, apprendiamo dai due autori, sarà autoconclusiva in ogni capitolo): in un multiverso a tratti paradossale, una ragazza immortale è in contrasto con il padre, il quale pur avendo creato l’umanità la guarda con sdegno, non comprendendone l’arte e la bellezza.

poster_1-722x1024

Se per ora l’aggancio fra i due filoni ci è oscuro e dobbiamo attendere ulteriori sviluppi di trama per coglierne il disegno complessivo, capiamo che la protagonista è l’arte, o meglio il rapporto tra essa e l’artista. Il regista Taiyo Yamanouchi – figlio dell’attore Haruhiko Yamanouchi – dice di Helikon: «La speranza è che chi guarda Helikon sia in qualche modo sospinto ad osservare uno o due strati sotto l’epidermide, non si soffermi alla superficie. Perché la superficie è quella di piccole umanità con i loro piccoli desideri. Sotto, invece, c’è una trama che è più trasversale alle epoche, alle persone, ai generi e alle culture.»

In realtà ciò che sappiamo del mondo di Helikon è ancora poco, così come poco sappiamo dei mezzi narrativi che verranno proposti, oltre alla “serie madre” e al fumetto. Se siete curiosi, vi invitiamo a seguire gli sviluppi di Helikon tramite le piattaforme social dei suoi autori e produttori: in data 12.03.19 è previsto il lancio del secondo capitolo della webserie.

Qui il teaser del Capitolo Uno.

Silvia Gemme

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...