Torino incontra il mondo 2019

Per chi non avesse ancora colto l’occasione lo scorso fine settimana per andare a curiosare tra i padiglioni del Lingotto Fiere di Torino, una visita a “Torino incontra il mondo” è assolutamente d’obbligo. L’evento, cominciato quattro anni fa con il solo Festival dell’Oriente ed estesosi poi nel tempo, sarà a disposizione ancora per qualche giorno (da venerdì 22 a domenica 24 marzo) per condurre il visitatore in un “giro del mondo” (in molto meno di ottanta giorni) attraverso sapori, profumi, cultura, musica e tante curiosità.

DSC_1271

Novità assoluta di quest’anno è l’intero padiglione dedicato alla Spagna e all’America Latina, con specialità culinarie tipiche, esibizioni di danza dal ritmo coinvolgente ed esposizioni di fotografie e artigianato tipiche, senza dimenticare i coloratissimi costumi di Perù, Brasile, Venezuela e molto altro ancora.

DSC_1272

DSC_1283

I veterani dell’evento probabilmente noteranno il fatto che questa nuova area abbia occupato lo spazio precedentemente dedicato al rodeo, presente nell’edizione del 2018 e alquanto interessante… ma forse un po’ confusionario per la circolazione dei visitatori attraverso gli altri padiglioni.

 

Nel padiglione adiacente invece, sarà possibile spostarsi virtualmente un po’ più a Nord per proseguire il viaggio nel continente americano attraverso tre eventi distinti: That’s America, in cui auto d’epoca, cheerleaders e incontri sul ring ricostruiranno l’immagine degli Usa così come trasmessa dal cinema, il Festival Country, con le sue danze, l’abbigliamento e le ricostruzioni di edifici del vecchio West, e quello dei Nativi Americani, in cui sarà possibile ascoltare tra le tende di un villaggio le parole di antichi sciamani… o farsi un giro a cavallo nel recinto presente a pochi metri di distanza.

DSC_1150

Senza dimenticare l’American Motor Show all’esterno, con numerose esibizioni acrobatiche di moto e auto eseguite da bravissimi stuntmen pronti a infiammare (abbastanza letteralmente) le aspettative del pubblico.

 

DSC_1337

Per gli amanti delle fate e dei celti, di musica e danze folkloristiche….e soprattutto della birra, il Festival Irlandese è un appuntamento da non perdere. Il viaggio prosegue verso il vecchio continente dunque, con una vasta area ristoro, bellissimi stand con oggettistica a tema realizzata in vari materiali e l’immancabile riproduzione di un villaggio celtico, in cui sarà possibile assistere a curiose cerimonie, tirare con l’arco (qualche metro più in là) e osservare la mostra di vestiti antichi… senza dimenticare ovviamente la zona del palco, in cui gruppi musicali folk e bravissimi ballerini si impegneranno per trasportare il visitatore nella tipica atmosfera da pub irlandese (confusione sonora e divertimento assicurati, ovviamente).

DSC_1182

Ultima, ma non per importanza, è la tappa finale del nostro viaggio (o iniziale, per chi abbia scelto di girare i padiglioni in senso inverso) attraverso il mondo. Caotico, ricco di profumi e coloratissimo, il Festival dell’Oriente ci consente di esplorare in ogni direzione il continente asiatico, grazie agli spettacoli sui tre palchi (segnalati quest’anno da utilissime bacheche interattive ai lati) e ai numerosissimi e variegati stand, in cui sarà possibile trovare veramente di tutto, dal cibo alle arti marziali, alle arti pittoriche e – perché no – persino un’area dedicata a yoga e benessere.

DSC_1209

Per ulteriori informazioni vi invitiamo a consultare il sito ufficiale della manifestazione … e ovviamente a visitarla.

Valentina Guerrera

(foto di Silvia Gemme)

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...