Sziget, l’investimento per l’estate

Manca poco alla fine dell’anno accademico e pianificare cosa fare quest’estate occupa sempre più spazio tra i pensieri dello studente, che soccombe agli ultimi esami da dare e non vede l’ora di dare fuoco a intere librerie di appunti che pesano sulle sue spalle.

Se vuoi farti una settimana di vacanza fuori dal comune, non ti dispiace il campeggio e ami la musica -qualsiasi genere di musica- allora un’idea, anzi un’occasione da non perdere è il Sziget Festival di Budapest, che quest’anno torna dal 7 al 13 agosto per la sua 28° edizione, sull’isola di Obuda.
Ѐ possibile acquistare il biglietto per tutta la settimana, 3 o 5 giorni, oppure biglietti giornalieri. Con i primi tre o con due giornalieri consecutivi è inclusa la possibilità di free camping, altrimenti si può scegliere i camping a pagamento, che includono agevolazioni come bagni e docce riservati (comunque presenti sul resto dell’isola anche per gli altri). Sono disponibili anche cassette di sicurezza sorvegliate in cui lasciare cose di valore e ricaricare il telefono.

Island of Freedom e Love Revolution. Questi sono gli slogan nonché cavallo di battaglia dell’evento. Sziget crede nel rispetto della libertà di ogni individuo, indipendentemente dall’orientamento sessuale, religione o provenienza e accoglie ogni anno persone da oltre 100 Paesi.
Abbiamo a che fare con un festival generalista: sarebbe impensabile per qualcuno non imbattersi nel suo genere di musica preferito. Sziget è un ecosistema che accoglie più generi con perfetta armonia, ma, soprattutto, ad ogni stage troverete artisti di fama internazionale e provenienti da tutto il mondo. Per citare qualche nome, quest’estate si esibiranno i Foo Fighters, Ed Sheeran, Florence and the Machine, Twenty-one Pilots, Kodaline, the 1975, Post Malone, Jain, Tom Odell, Martin Garrix, Macklemore e tanti altri.

La musica è parte integrante ma l’arte in generale è la vera protagonista: l’isola ospita un circo, un teatro e un quartiere di musei; inoltre ogni giorno sono organizzate varie attività come lezioni di ballo, vi è un’area dedicata allo sport, un’artzone, una Before I Die zone e molto altro. Per non parlare della varietà di opzioni ristoro per tutti i gusti, che includono cucina vegetariana, vegana, senza glutine. Altrettante sono le opzioni riguardanti i drink, con svariati chioschi sparsi per tutta l’isola.

Una priorità del festival è essere eco-friendly: tra l’Ecocamping, bicchieri riciclabili griffati Sziget e un efficiente sistema di riciclaggio, ogni Szitizen è invitato a divertirsi rispettando l’ambiente. Quest’anno ha collaborato con Superar nel sostenere l’iniziativa della diffusione della musica tra i bambini provenienti da ambienti svantaggiati con il ricavato proveniente dalla cauzione per ogni bicchiere riciclabile.

Insomma, Sziget rappresenta un’immersione totale in un mondo a sé stante dove regnano la musica, l’arte, il divertimento condiviso e il rispetto per l’ambiente. Una realtà da non lasciarsi sfuggire, e che, una volta conosciuta, si vorrà rivivere ogni estate.

Yulia Neproshina

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...