Dieta e abbronzatura: ecco cosa mangiare per una tintarella da favola

Siamo nel bel mezzo dell’estate e la sessione esami è finalmente un ricordo passato –o semplicemente rimandato a settembre- e ora anche gli studenti universitari possono tirare un sospiro di sollievo e rilassarsi. Come non riconoscerli? Si aggirano come zombie dalle occhiaie marcate, l’espressione attonita del prigioniero in libertà e soprattutto il pallore di chi è rimasto per settimane intere chiuso tra le silenziose mura di biblioteche e aule studio.

Invidiosi dell’abbronzatura dei vostri amici già baciati dal sole?
Ci pensa The Password a darvi qualche dritta per ottenere una tintarella da favola nel minor tempo possibile, per cancellare definitivamente i segni di una sessione massacrante.

Niente bacchetta magica o qualche visita di troppo al vostro centro estetico di fiducia, il trucco è molto semplice: una giusta alimentazione e tanta acqua. Ormai tutti sanno che ci sono alcuni alimenti che aiutano ad incrementare l’apporto di vitamina A (tra i cui benefici c’è la salute della pelle) nell’organismo e stimolare la produzione di melatonina, ma sapete quali sono?

Ecco la top ten dei prodotti da consumare per un’abbronzatura da star –ed è per tutti i palati, gluten free e vegan.

Al primo posto le carote: contengono circa 1200 microgrammi di vitamina A ogni 100 grammi e più beta-carotene degli altri alimenti. Essendo un ortaggio di stagione, sono perfette in insalate o come contorni –provatele cotte e servite con un filo d’olio, si otterrà il miglior potenziale abbronzante!

Secondo posto per il radicchio: hanno tra i 500 e i 600 microgrammi di vitamina A e la metà del beta-carotene delle carote, e questo gli garantisce un ottimo potere abbronzante. È un ortaggio tipicamente autunnale, ma è facilmente reperibile tutto l’anno ed è ottimo nelle insalate di pasta.

Una nota di dolcezza al terzo posto con le albicocche e i loro 500-350 microgrammi di beta-carotene. Daranno una carica super abbronzante al vostro pranzo da tintarella.

Quarto posto per cicoria e lattughe, molto più ricche di vitamina A rispetto a frutta e ortaggi arancioni. Sono ottimi non solo per la tintarella, ma anche per avere una pelle sana grazie a vitamine e anti-ossidanti.
Un segreto di bellezza? Assumeteli insieme a broccoli, cavolo, cavolfiore o patate e la vostra pelle sarà al pari di quella delle celebrità sulle copertine dei magazine.

Al quanto posto troviamo il melone giallo, un frutto fresco e di stagione, quindi delizioso in estate. Per la sua dolcezza è perfetto da mangiare da solo oppure associato a frutti rossi (anche questi ottimi anti-ossidanti e abbronzanti) in macedonie da gustare a fine pranzo o per una freschissima merenda a metà pomeriggio.

vegetables

Sesto posto per il sedano con 200 microgrammi di vitamina A (al pari del melone giallo). Ottimo come antipasto o nelle insalate, è anche molto consigliato come ingrediente principale in alcuni centrifugati. Inoltre non tutti sanno che sgranocchiare un gambo di sedano dà un ottimo apporto d’acqua e nutrienti all’organismo e si consumano più calorie masticandolo di quelle che possiede naturalmente.

Settima posizione per i peperoni: con i loro 100-150 microgrammi di vitamina A e un ottimo apporto di vitamina C sono ottimi abbronzanti e vi daranno l’energia necessaria per sopportare il caldo estivo. Inoltre hanno anche elevate proprietà anti-infiammatorie.

Ottavo posto per i pomodori. Non solo posseggono vitamina A ma contengono anche il licopene, un idrocarburo isomero acilico del beta-carotene e il carotenoide maggiormente presente nell’organismo che, oltre ad essere un abbronzante, è un ottimo anti-ossidante che vi proteggerà la pelle dall’invecchiamento cellulare provocato dall’esposizione al sole.

Ultime due posizioni per due frutti di stagione: nono posto per le pesche, ricche di vitamina C, che vi aiuteranno a rimanere in forze e ad ottenere un’abbronzatura sana.
Fanalino di coda per le ciliegie, che contengono la più alta quantità di beta-carotene tra tutti i frutti rossi e un apporto di vitamina A pari a 20-50 microgrammi per 100 grammi. È consigliabile assumerle in un centrifugato di frutti rossi per avere un buon apporto di zuccheri e sopportare una giornata sotto al sole.

L’estate per alcuni è appena iniziata: se a settembre volete far morire tutti d’invidia per il colorito della vostra pelle avete qui un bell’elenco per iniziare a mangiare sano e farvi del bene dentro e pure fuori.

Ilaria Cavallo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...