Il teatro ai tempi del Covid-19: l’esperienza di Anomalia Teatro

Anomalia Teatro è una compagnia teatrale torinese indipendente nata nel 2016, composta da Amedeo Anfuso (28 anni), Debora Benincasa (30 anni) e Marco Gottardello (36 anni). Si sono conosciuti a scuola, l’Atelier Teatro Fisico di Philip Radice, dove hanno potuto condividere tra loro idee e desideri su come porsi nel mondo teatrale.

Questi ragazzi si occupano di teatro di prosa e Amedeo ci spiega che “Sono una piccola famiglia in cui tutti si occupano di tutto: dalla comunicazione alla scrittura dei testi. Un po’ l’orgoglio di essere indipendenti, insomma”. L’unico aiuto concreto che hanno è il supporto dello studio grafico Nachos che si occupa della comunicazione grafica e della pubblicità: lo studio è con loro fin dall’inizio, infatti ha creato tutte le locandine e anche il loro sito web. Si occupano anche di formazione, con due corsi: uno di improvvisazione teatrale e un altro sulla riscrittura creativa dei testi classici.

I tre ragazzi di Anomalia Teatro hanno come lavoro principale l’attività teatrale e, come si può immaginare, lo stop delle attività, causato dall’espandersi dell’epidemia, è stato un momento particolarmente difficile per la loro realtà, come ci spiega Marco: “Avevamo date a fine febbraio, quando era iniziato tutto, ma non si capiva ancora bene, all’inizio abbiamo annullato gli spettacoli di fine febbraio e inizio marzo. Pensavamo tutti che avremmo recuperato nelle settimane successive. Alla fine abbiamo annullato tutte le repliche di marzo e poi di tutto aprile. Poi ci siamo resi conto che la nostra stagione era finita. Tutti i teatri sanno che si riaprirà a settembre/ottobre, forse ancora più in là.” Purtroppo, quindi, non ci sono molte speranze di ricominciare in tempi brevi. Alcune compagnie teatrali hanno organizzato delle attività supplementari online, spesso gratuite, ma Anomalia Teatro ha scelto di essere fedele a se stessa. “Per noi il teatro è qualcosa che si fa dal vivo, ci sembrerebbe di perdere una parte troppo importante senza il pubblico” mi spiegano. Deborah aggiunge però che i corsi non si sono fermati e hanno approfittato di questo strano periodo per promuovere particolarmente la formazione: “Certo, abbiamo dovuto rimodulare i nostri corsi alla situazione. Dopo uno spaesamento iniziale, abbiamo capito come impostarli e li rinnoveremo anche d’estate, quando invece di solito ci fermiamo.” I ragazzi di Anomalia Teatro credono infatti che potrebbe essere di stimolo per molti partecipare a un corso di teatro online, soprattutto in un periodo di restrizioni come questo. I loro corsi si rivolgono a tutti, ma in particolare spicca l’utenza di studenti universitari o giovani lavoratori, anche se non manca qualche over 60 che vuole cimentarsi nel teatro, perché in fondo non c’è differenza di età che tenga, se c’è la passione.

Nel frattempo, comunque, Anomalia Teatro ha lavorato, proprio durante la pandemia, a un nuovo spettacolo teatrale che tratterà di Icaro, con cui sperano di poter debuttate al più presto (per sapere quando, consigliamo di tenere d’occhio la loro pagina facebook). Ovviamente, lo speriamo anche noi di The Password, che sappiamo quanto sia importante l’arte in un periodo buio e difficile come quello che il mondo sta passando.

Veronica Repetti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...