Art and Science: arte e scienza al CERN e all’INFN

Uno dei limiti che si riscontra ancora nel mondo dell’insegnamento consiste nel non permettere alle varie discipline di essere combinate. Siamo proprio sicuri che la scienza e l’arte non abbiano niente in comune? Se così fosse, sarebbe impossibile godere di alcune bellezze che hanno cambiato il modo di vedere la realtà. A volte è bene essere la goccia che trabocca dal vaso, essere l’innovatore, per avere la possibilità di vedere cosa succede là fuori.

È proprio lì la chiave: combinare, unire, sperimentare e – perché no? – fantasticare.

Questo falso mito della divisione delle discipline viene infatti sfatato dall’attività dagli artisti del Rinascimento e dalla loro universale conoscenza. Leonardo, Brunelleschi e Michelangelo hanno realizzato capolavori servendosi di capacità provenienti da ambiti differenti. Senza tutto il bagaglio culturale e scientifico che hanno coltivato nel tempo grazie alla loro curiosità, probabilmente oggi saremmo poco più evoluti dell’homo erectus.
Michelangelo, oltre a essere poeta, geniale pittore e scultore, era un attento studioso dell’anatomia umana, compresa grazie al tempo passato a sezionare cadaveri di nascosto (all’epoca ciò non era consentito). Allo stesso tempo Brunelleschi è passato alla storia per la sua cupola e per l’ingegnoso metodo nel realizzarla.

Per far capire quanto arte e scienza abbiano in comune, il CERN di Ginevra e l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare hanno promosso il progetto Art&Science Across Italy, il cui obiettivo principale è “avvicinare gli studenti al mondo della scienza e della ricerca usando l’arte come linguaggio di comunicazione”.

Il progetto Art&Science Across Italy

“Metamorphoseon” di Giulia Scavino

Giunta alla terza edizione, l’ambiziosa iniziativa europea ideata dal network CREATIONS, della durata di due anni, consente alle scuole superiori partecipanti e agli alunni di accedere a seminari che combinano argomenti artistici all’ambito scientifico, di disporre di film e documentari, di cimentarsi in esperimenti, visitare musei e assistere a workshops.

Le scuole superiori delle province ammesse al progetto possono partecipare e accedere a videoconferenze che trattano argomenti particolari, come Da Dalì e Einstein alle radio sorgenti extragalattiche, Dai diamanti non nasce niente, ma un errore rimedia al caos, Da arte e Antartide al rapporto tra Scienza contemporanea e Arte, disponibili sul canale Youtube del progetto.

Il Campionato nazionale di Creatività

“SPIN” di Margherita Vignolo

Tra le variegate attività promosse da Art&Science, il Campionato nazionale di Creatività, con 4 sfide creative a tema, ha riscontrato grande successo e interesse.

La prima sfida sulla fotografia, seguendo il filo conduttore dell’Ordine e Disordine,  ha ottenuto un’ampia partecipazione, con 3500 fotografie ricevute e 1400 selezionate.
I vincitori sono stati premiati durante una diretta sul canale Youtube del progetto il 3 marzo 2021, in cui spiegavano il motivo per cui hanno scelto di rappresentare un determinato soggetto.

Riguardo Spin, la foto premiata con la menzione speciale, Margherita Vignolo del liceo Artistico Pinot Gallizio di Alba spiega  “ho cercato di coniugare una delle mie passioni, il circo, con ciò che avevo studiato e imparato a scuola. Mentre mi allenavo con il mio attrezzo circense, la roue-cyr, mi sono sentita una piccola parte di una grande cosa, e pensavo che potesse essere collegata all’atomo”.

La giuria ha apprezzato la sua capacità di combinare l’elemento artistico con quello scientifico, e di soddisfare il tema “Ordine e Disordine”. Infatti la descrizione di Spin riporta che Nell’immagine i cerchi della mia ruota vogliono essere come le orbite che percorrono gli elettroni nella rappresentazione ideata da Bohr”.

Il tema della seconda sfida intitolato Filmare la scienza ha permesso di scegliere tra le Forze, il Suono, il Virus, il Big Bang, per la realizzazione del proprio video. La terza sfida, che si concluderà il 30 aprile 2021, è chiamata Narrare la Scienza in modo Artistico e prevede la realizzazione di un collage artistico-digitale con cui raccontare, tramite immagini, alcuni temi tra cui buchi neri, DNA, computer, raggi cosmici e antimateria.

Il premio finale

Al termine delle quattro sfide, i primi cinque classificati del campionato di creatività verranno celebrati in un evento online, ricevendo un premio e dei gadget.

Al termine dei due anni della competizione artistica e scientifica che concluderà il progetto Art&Science, la giuria selezionerà i 27 vincitori a cui assegnare una borsa di studio per accedere a un master al CERN di Ginevra su arte e scienza a cui potranno partecipare nel settembre 2022.

Federica Seni Ferreri

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...