TOward2030 – Goal 3: salute e benessere

Il terzo goal dell’agenda 2030 è dedicato a benessere e salute, quindi al miglioramento delle condizioni di vita, con particolare attenzione ai Paesi in via disviluppo ove il tasso di mortalità, sia infantile che materno, è ancora molto alto.
l’Italia evidenzia dal 2010 al 2019 un andamento positivo grazie al miglioramento della maggior parte degli indicatori elementari analizzati. Aumenta la speranza di vita in buona salute alla nascita, attestandosi a 58,6 anni; diminuiscono i feriti per incidente stradale, da 51,5 per 10mila abitanti nel 2010 a 40,0 nel 2019; si riducono alcuni comportamenti a rischio, quali il consumo di alcol e il fumo.

Per quanto riguarda l’anno 2020 il Rapporto ASviS segnala come, sia per gli effetti diretti del Covid sia per le ripercussioni sulle strutture sanitarie che curano altre malattie importanti, a inizio anno si registri un drammatico aumento dei decessi (90.946), con elevate differenze territoriali, per il complesso delle cause rispetto alla media del periodo 2015-2019 (65.592), che corrisponde ad una variazione del 49%.

Indicatore composito della salute e del benessere TOward 2030
https://www.lavazza.it/it/landing/toward-2030/goal-3.html

GOAL 3: SALUTE E BENESSERE

GOAL3 -Via Berthollet 6
GOMEZ

Come le più belle cose

L’autore è Luis Gomez, venezuelano di nascita, che dopo aver vissuto tra Berlino e Londra ha deciso di stabilirsi nella Città eterna. Come affermato dallo stesso artista nell’intervista per la promozione del progetto, è di primo piano l’influenza che l’arte classica e barocca hanno avuto sul suo stile d’espressione, lo si nota in misura ancor maggiore in opere come quella realizzata in occasione del MAAP fiera di arte pubblica.
Gomez racconta anche il significato dietro al titolo dell’opera “Come le cose più belle”, un omaggio a Marinella, una celebre canzone di De André che recita “Come tutte le più belle cose vivesti un solo giorno, come le rose”.

L’opera Come le più belle cose realizzata a Torino da Gomez per il progetto TOward2030.

L’opera si sviluppa su una parete verticale, anche per questo motivo l’artista ha deciso di rappresentare come soggetto una rosa bianca, come simbolo della nascita, per poi immortalarla nelle tre fasi della sua vita: il bocciolo, la schiusa e il fiore sbocciato.
È presente anche un elemento di rottura dell’armonia, sotto forma di un’installazione a “V” alla base del gambo, la frattura rappresenta ciò che può ostacolare lo sviluppo ma Gomez fa intendere che la forza della vita va oltre la malattia.

Al prossimo Goal e alla prossima opera!

Ashraf Rami

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...