The Eternals

Chi è che in tutta sincerità può affermare di non essere affascinato dai supereroi? Tenaci, coraggiosi, fedeli, rappresentano tutti quei valori che ogni singolo uomo o donna vorrebbe incarnare nella vita vera. Esseri dotati di qualità sovraumane, come la super forza, la capacità di volare o leggere nel pensiero, ma con l’aspetto di un essere umano vero e proprio. Forti e impavidi, ma con le fragilità comuni a tutte le persone, rappresentano nella visione comune la possibilità che questi due “mondi” possano effettivamente unirsi fra loro. Così, girando per i quartieri della tua città, non riuscirai a non pensare che sotto la giacca e la cravatta di un giovane uomo possa celarsi, in realtà, un eroe con il mantello e tutto il resto, e questo non farà che aumentare quella che ormai viene considerata una qualità che va a perdersi nel tempo: la capacità di credere nell’impossibile.

La famiglia dell’MCU

L’MCU (Marvel Cinematic Universe) è ormai un vero e proprio fenomeno. Svariate pellicole tratte dai fumetti del mitico Stan Lee, raccontano le storie dei supereroi più forti della terra. La cosa interessante, poi, è che tutte sono unite da un unico filo conduttore, cosa che se per alcuni può rappresentare un ostacolo nel comprendere a pieno la trama, per altri rappresenta una vera propria “dipendenza”, che li spinge a ricercare sempre il collegamento nascosto sfuggito ad altri. Questo affetto verso il mondo Marvel ha fatto sì che si creasse una community molto presente a livello social. Proprio a causa della trama intricata, milioni di persone si confrontano per cercare le risposte a domande che molto spesso vengono lasciate in sospeso, alimentando così il desiderio di correre al cinema all’uscita del capitolo successivo. È proprio il caso di Eternals, attesissimo capitolo diretto dal premio Oscar Chloé Zaho, che introduce, insieme ad altre pellicole recentemente uscite, nuovi elementi e volta definitivamente pagina rispetto alle storie passate.

La trama

Nel 5000 a. C. dieci  creature dall’aspetto umano, ma dotate di superpoteri straordinari, vengono inviate sulla Terra per combattere i Devianti, esseri mostruosi che minacciano la sopravvivenza degli umani. Nel corso dei secoli gli Eterni difendono l’umanità da queste creature mostruose, fino a quando, nel 1500, quelli che sembrano essere gli ultimi vengono definitivamente eliminati. Una volta assolto il loro compito il gruppo si scioglie a causa di una discussione e gli Eterni si separano, prendendo strade differenti. Durante i cinquecento anni successivi gli Eterni vivono la loro vita mischiandosi agli esseri umani, in attesa di esser riportati sul loro pianeta natale. Un giorno, però, accade qualcosa che li spinge a riunirsi: così, dopo aver condotto per anni vite separate, ognuno di loro dovrà fare i conti con il proprio passato, tornato a fargli visita.

Un capitolo non particolarmente apprezzato

Molte sono state le critiche verso questa pellicola. È stato sollevata più di una discussione riguardo alcuni aspetti della trama, ritenuta forzatamente inclusiva, oltre che priva di quella comicità caratteristica dei film targati MCU. In effetti The Eternals si discosta un po’ dalla solita trama, introducendo sì nuovi personaggi, ma anche tematiche di stampo più emotivo e profondo, che permettono allo spettatore di immedesimarsi nei personaggi, forse più che nelle storie precedentemente viste. Molto più “serio”, insomma, ma comunque ricco di scene d’azione. Che i film sui supereroi debbano per forza ridursi a combattimenti ed effetti speciali? È così assurdo cercare di mostrare l’umanità dietro al costume e al mantello?
Il problema, forse, sta proprio nel “credere nell’impossibile”, laddove per “impossibile” si intende per forza qualcosa di non attribuibile all’essere umano. La debolezza degli uomini non è riconducibile alle capacità straordinarie di un supereroe, e questo li rende incompatibili. Quello che certamente incuriosisce è che proprio questa incompatibilità produce un paradosso gigantesco: ciò che prima veniva considerato “banale”, come la paura, il rimorso, l’affetto, il desiderio, tipici dell’ uomo, diventa di colpo una qualità inaspettata. Sicuramente questo film cerca di dare una propria versione dell’ “eroe” classico, mostrando oltre alla forza anche le fragilità, che a differenza di quanto accade in altre pellicole sono meno nascoste.

Noemi Tron

Crediti immagine di copertina: https://www.trustedreviews.com/news/when-is-eternals-coming-to-disney-plus-4176028

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...