La relatività della bellezza estetica

In questo mondo è tutto relativo. La realtà cambia a seconda del nostro sguardo verso ciò che ci circonda il quale, a sua volta, è influenzato da molti fattori che possono essere di vari tipi, tra cui quelli socioculturali. La percezione della bellezza segue proprio questo ragionamento.
Non è necessario andare lontano nel tempo per notare delle nette differenze nella visione della bellezza. Infatti, varie popolazioni presenti nel mondo contemporaneamente, ma distanti spazialmente possono vedere la bellezza in modi completamente diversi, se non addirittura opposti. Il sociologo Kaufmann ne La vita a due. Sociologia della coppia sostiene che una persona scelga il proprio partner a seconda della similarità dei tratti culturali e sociali. Secondo una ricerca sembrerebbe infatti che questo tipo di coppie non solo siano le più comuni, ma anche quelle che durano più a lungo.

Le donne giraffa dei Kayan Lahwi

Molte delle tribù dei Kayan Lahwi sono scappate dalla Birmania per rifugiarsi in Thailandia, dopo essere entrate in conflitto con il regime birmano negli anni ’80; oggigiorno sono circa 7 migliaia i Kayan stanziati al confine tra i due paesi. Pur non essendo molto numerosi, essi sono fonte di grande interesse, soprattutto per l’usanza delle donne appartenenti alla tribù del “collo allungato” che conferisce loro il nominativo di “donne giraffa”. Il termine è in realtà fuorviante poiché non è il collo ad allungarsi, bensì le spalle ad abbassarsi. Come? Indossando una spirale in ottone a partire dall’età di 5 anni, la quale viene progressivamente allungata man mano che la donna cresce, provocando così la deformazione delle clavicole.  
Le opinioni circa le origini di questa tradizione sono molte e diverse, ma secondo quella più comune sembrerebbe che inizialmente le spirali venissero indossate per rendere le donne della tribù meno attraenti, così da abbassare il rischio di essere rapite; con il passare del tempo ha invece provocato l’effetto contrario.
Per questa tribù, quindi, le collane della cultura occidentale sarebbero non solo inutili, ma addirittura disprezzate.

La cultura dei Mursi

Se in Occidente il rossetto è utilizzato per abbellirsi le labbra, nella tribù dei Mursi questa funzione è svolta dal piattello labiale. Si tratta di un disco il cui diametro varia a seconda della donna che lo indossa e, tra gli appartenenti di questa tribù del sud-ovest dell’Etiopia, è considerato segno di particolare bellezza.
Nel momento in cui una donna compie 16 anni ed è quindi pronta al matrimonio, viene praticata una piccola incisione nel labbro inferiore, o in quello superiore (talvolta in entrambi), dove progressivamente vengono inseriti piattelli di dimensioni sempre maggiori ed è la donna stessa a deciderne il diametro e a decorarli con molta fierezza. Molti antropologi hanno cercato di capire quale sia il significato legato al piattello labiale e la teoria che sembra mettere tutti (o quasi) d’accordo è che la grandezza del piattello indichi l’importanza sociale della persona che lo indossa e di conseguenza il suo ruolo all’interno della tribù.
Questa pratica non è diffusa tra gli uomini della tribù, che invece applicano lo stesso procedimento ai lobi delle orecchie. Inoltre, essi presentano anche varie scarificazioni che, realizzate incidendo la pelle con una punta di lancia incandescente, sono simbolo di forza. Queste possono essere praticate anche dalle donne, ma solo fino al momento della nascita del primo figlio.

Questi due esempi ci aiutano a capire che il concetto di “bellezza” è spesso socialmente e culturalmente dato: non esiste una bellezza che possa essere oggettiva in tutto il mondo. Inoltre, ovviamente, bisogna sempre tenere a mente che al di là del contesto socioculturale, ogni persona è diversa e vede “la bellezza” in modo differente.

Emily Aglì

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...