Record Store Day: salviamo i negozi di dischi!

Sabato 23 aprile si è tenuto il Record Store Day, la giornata che da anni intende celebrare i negozi di dischi indipendenti. Si tratta di un’iniziativa nata in America nel 2007, che ha acquisito progressivamente fama a livello mondiale.

Ma perché è nata l’esigenza di celebrare i negozi di dischi?

La risposta a questa domanda è molto semplice: basta guardarsi intorno per rendersi conto che nel ventunesimo secolo si è notevolmente ridotta l’importanza comunitaria di questi piccoli negozi, i quali un tempo costituivano un’inesauribile risorsa culturale, un luogo d’incontro per gli appassionati di musica e un pilastro per i piccoli artisti indipendenti. Con l’avvento del digitale, oggi, è molto più semplice avere la musica a portata di mano; non si ha più la necessità di comprare cd, tanto meno vinili, figuriamoci audiocassette!

Fu proprio per questo motivo che, nel 2007, un proprietario di un negozio di musica decise che il terzo sabato del mese di aprile sarebbe stata la giornata dedicata al vinile. Furono numerosi gli artisti che aderirono a questa iniziativa, primi i Metallica, che contribuirono a elevare l’importanza del Record Store Day a livello internazionale grazie a piccole esibizioni dal vivo e rilasciando, esclusivamente per l’occasione, nuove canzoni oppure edizioni speciali in vinile dei loro più grandi successi.

Nonostante ciò, l’impatto portato dal digitale ha reso i tentativi di riaffermazione dei negozi di dischi piuttosto vani, soprattutto dal momento che gli artisti emergenti si sono appoggiati sempre di più allo streaming rispetto alla musica fisica: se David Bowie doveva il suo successo al numero di copie vendute, Ed Sheeran lo deve soprattutto al numero di ascolti su Spotify. La caduta delle vendite di cd e vinili è stata repentina e continua nel corso degli anni, tanto che alcuni avevano ipotizzato una loro totale scomparsa entro l’anno 2022.

E poi, la svolta.

A far ricredere tutti è stato l’improvviso ritorno di popolarità dei vinili: nel 2021, secondo FIMI (Federazione Industria Musicale Italiana), il vinile ha segnato una crescita del 121%, superando di gran lunga il mercato dei cd, cosa che non succedeva dal 1991! Ma ciò che potrebbe stupire ancora di più è il fatto che ad aver riscoperto il piacere del vinile sono soprattutto gli under 25.

A cosa si deve la moda del vinile?

Molti sostengono che la causa sia proprio il digitale! In un’era in cui tutto è smart e si può ascoltare qualunque brano ovunque ci si trovi, la musica è diventata un semplice bene di consumo come un altro. Ciò deve aver portato alla scoperta di un ritrovato modo di ascoltarla: allontanarsi dalla frenetica quotidianità, pulire con cura il giradischi, ascoltare l’album senza possibilità di saltare da un brano all’altro e alzarsi ogni quarto d’ora per girare il disco sull’altro lato. Sono tutte azioni che un tempo potevano sembrare ripetitive e fastidiose, ma per i giovani d’oggi si sono trasformate in una sorta di fascino del passato, rendendo più “preziosa” la musica ascoltata in questo modo piuttosto che quella in streaming.

Abbiamo quindi una riscoperta dei negozi di dischi?

Non esattamente. Questa nuova moda ha senz’altro contribuito in parte a una ripresa economica dei negozi indipendenti, ma il loro mercato continua a girare intorno a una cerchia di appassionati che acquista vinili come ha sempre fatto. Le nuove generazioni che si approcciano ai vinili spesso si limitano all’acquisto di album “classici”, dando poca possibilità al ritorno del negozio come luogo di scoperta di nuova musica. Inoltre, la tecnologia è pur sempre dominante nella vita dei giovani, che preferiscono acquistare i vinili su Internet per motivi di praticità: trovi immediatamente quello che cerchi e ti arriva direttamente a casa. Insomma, il piacere di recarsi in un negozio e sfogliare tra i numerosi cataloghi per trovare qualcosa di proprio interesse è ancora un piacere riservato a una ristretta nicchia.  

È anche vero, però, che il fascino del vintage colpisce sempre di più: chissà, magari il prossimo Record Store Day sarà un successo!

Monica Poletti

Crediti immagine di copertina: Pinterest

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...