E SE IL MONDO FOSSE IL RISULTATO DI UNA SBRONZA? Il Pastafarianesimo e il prodigioso spaghetto volante: il cibo è l’unico culto

Vi è mai capitato di pensare “il mio unico culto è il cibo”? Bene, ora è possibile per davvero. Ebbene
sì, la religione che crede in una matassa di spaghetti esiste e si chiama Pastafarianesimo.

Si tratta di una religione parodistica, per quanto questa etichetta non sia molto amata dai suo fedeli, che esiste dal 2005. È stata inventata da un certo Bobby Henderson, attivista e fisico statunitense, il quale iniziò a divulgare un dogma per cui l’universo sarebbe stato creato da “un indivisibile e non rilevabile prodigioso spaghetto volante in preda ad una marcata intossicazione alcolica, e questa è la ragione di un creato imperfetto.”

Le convinzioni su cui si fonda sono simili a quelle di altre religioni, non fosse che tutto nasce da uno spaghetto gigante: c’è un mito della creazione, ci sono otto comandamenti (meglio conosciuti come condimenti) e c’è una guida all’evangelizzazione, alla storia e allo stile di vita degli uomini da un punto di vista pastafariano. Bobby Henderson ha utilizzato la satira per mostrare i problemi concettuali del creazionismo e provare l’esistenza del Prodigioso Spaghetto Volante, ponendo negli Otto Condimenti il cardine della morale pastafariana. Leggendoli si scopre che sono consigli per vivere una vita libera, aperta e tollerante, che permetta di gustare l’esistenza pienamente come sa fare ogni vero Pastafariano.

Tra i più significativi, ritroviamo sicuramente il condimento numero Uno, che professa come non ci sia bisogno di risultare un “Asino Bigotto” nel voler a tutti i costi indottrinare gli altri, la fede è libera e ognuno professa ciò che più ritiene giusto. Degno di nota anche il condimento numero Quattro, che invita caldamente ad “andare a farsi fo*ere” chiunque non condivida un atteggiamento rispettoso nei confronti di sé stesso e del proprio partner. E infine, non si può non citare l’ultimo condimento che, in poche parole, proclama il vecchio detto “fate l’amore e non la guerra”, sì, ma con il preservativo.

Oggi moltissime persone in tutto il mondo si riconoscono in queste linee guida riunendosi in centri riconosciuti, con uno scolapasta in testa, in segno di protesta e culto, fratellanza e unione e risvegliando il pirata (la leggenda vuole che i condimenti siano stati tramandati dal Prodigioso Spaghetto Volante al pirata Mosey in un raro momento di lucidità) che dormiva dentro di loro, tra noia e terrore della censura di altre istituzioni religiose con la pessima abitudine di imporre regole, leggi, norme, standard, codici, roghi, e di dichiarare “diverso” o “pericoloso” chiunque non voglia rientrare in questi ristretti canoni. E dopo la vita? Il Prodigioso Spaghetto Volante ha promesso un paradiso con un Vulcano di Birra e una Fabbrica di Spogliarellist*. Tutto sommato, molto meglio che in un piatto cosparsi di un sugo piccante.

Giulia D’Ambra

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...