Veg what???

Che siate onnivori, vegetariani, vegani, crudisti o carnivori, sicuramente siete entrati in contatto almeno una volta con persone che hanno fatto scelte alimentari diverse dalla vostra. Ognuno ha la propria posizione, rispettabile, in base alle priorità e ai principi che abitano ognuno di noi. Le scelte vegane e vegetariane rimangono comunque la minoranza, rispetto alla maggioranza onnivora, motivo per cui The Password ha deciso di analizzare a fondo gli stereotipi su questo tipo di alimentazione, per permettere a ognuno di poter effettuare una scelta consapevole.
In primo luogo, numerose volte abbiamo sentito descrivere il vegetarianesimo come una moda. Beh, senza dubbio su questo punto bisogna effettuare una distinzione. Purtroppo nessuno di noi ha a disposizione una sfera magica per poter indagare le motivazioni che stanno nel cuore dell’altro, ma con molta probabilità, anche se non nella totalità dei casi, è difficile che una scelta così radicale sia fatta solo per questa motivazione. Cambiare il proprio piano alimentare in maniera così drastica è una scelta che richiede tempo, riflessione e determinazione. Anche il più convinto dei vegani non può negare la bontà di una pasta alla carbonara, ma comunque queste persone decidono di fare una scelta di tipo etico morale, motivo per cui trovo dubbiosa la natura della critica che attribuisce questa scelta a una semplice moda. Un ulteriore stereotipo consiste nel fatto che questo regime sia legato al voler perdere peso. Sicuramente è possibile, soprattutto nei casi vegani, poiché l’eliminazione totale dei grassi animali comporta un beneficio alla salute, ma allo stesso tempo, soprattutto quando ci si trova fuori casa dove la disponibilità di prodotti di questa natura non è molto elevata, si finisce spesso per mangiare molti carboidrati, nemici della linea perfetta. Nonostante ciò è possibile avere una dieta vegan bilanciata e, sempre contro i nostri amati stereotipi, ricca di proteine. I prodotti animali non sono infatti gli unici alimenti ricchi di proteine, bensì molti prodotti vegetali ne contengono persino di più! Broccoli, legumi, soia, seitan sono solo alcuni degli alimenti con altro contenuto proteico che si possono inserire in una dieta vegana, e ancora di più in una dieta vegetariana, in cui si consumano anche uova e latticini.
Ultima ma non meno importante, la famigerata convinzione che essere vegetariani sia una cosa per ricchi, quando in realtà un pranzo basic composto da un piatto di pasta e fagioli e qualche verdurina non supera i due euro di spesa. Ovviamente bisogna evitare le grandi marche che lucrano su questo tipo di prodotti, ma nei negozi biologici è possibile trovare confezioni di hamburger veg allo stesso prezzo di qualche scatoletta di tonno o due coscette di pollo. E se si vuole risparmiare di più, si può sempre ricorrere al fai da te, facendo hamburger vegani direttamente a casa.

Questa indagine sugli stereotipi vuole delineare che ognuno è libero di agire nel modo che ritiene opportuno e coerente con i propri principi, ma è importante comprendere le scelte di chi agisce in modo differente da noi, eliminando i pregiudizi e gli stereotipi, per poter scegliere in maniera più consapevole, e avendo chiaro che ognuno di noi ha la possibilità di decidere.

Emma Battaglia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...