”Sex Education”: Netflix che fa scuola

Titolo accattivante, locandina con una biondina che alza il dito medio. Un nuovo teen drama? La risposta è no.
Netflix piomba nei nostri schermi con una serie nuova e brillante, una ventata d’aria fresca, e con uno scopo ben preciso: proporre un approccio nuovo alla tematica sessuale, tematica a cui è proprio la televisione a dare forma.

La serie è un ritratto leggermente caricaturale della società contemporanea, americana e non, che mira ad analizzare le problematiche dell’età giovanile. Il giovane Otis Milburn, figlio di un’esperta sessuologa, crea insieme a Maeve Wiley un business di consulenza sessuale per i suoi coetanei. Maeve è una ragazza dal passato complicato, che l’hanno resa matura per la sua età. Quest’aura di mistero unita al suo aspetto affascinante ne fanno l’oggetto del desiderio di ogni adolescente, suscitando l’invidia delle altre ragazze che immancabilmente rispondono con atti di diffamazione. L’incontro con Otis, giovane ragazzo emarginato ma molto sveglio, porta entrambi a un percorso di crescita e maturazione. Il confronto con i problemi dei loro pazienti spinge i due personaggi ad affrontare i propri spettri.

Questa trama orizzontale incrocia una serie di episodi verticali, brevi excursus che si occupano di trattare le più disparate tematiche legate alla sfera sessuale. L’innovatività della serie consiste proprio nel punto di vista che offre su tali tematiche, spesso ignorate dal grande schermo, o trattate con eccessivo sentimentalismo. La masturbazione femminile, il vaginismo, l’impotenza, sono solo alcuni dei punti trattati in questa prima stagione. L’obiettivo è sdoganare i tabù, buttare giù i muri che la società ha costruito dietro a fenomeni che vengono considerati anomali. Il regista si pone in una posizione totalmente neutra, priva di ogni tipo di giudizio e pregiudizio, osservando la realtà per quella che è, e non per ciò che dovrebbe essere per risultare più comoda. L’atto sessuale viene considerato come atto di natura, che può anche essere mero piacere, senza la crudezza del Trono di Spade o il romanticismo di Gossip Girl.
Questo punto di vista oggettivo permette un maggior impatto di sensibilizzazione, poiché lo spettatore si trova nella condizione di comprendere a pieno e di valutare senza condizionamenti. In questa maniera sono trattati argomenti delicati come il bullismo e l’accettazione di sé, attraverso la storia di Eric Effiong, un giovane omosessuale di colore. Il suo percorso è uno dei meglio caratterizzati; senza mai sforare nel pietismo e con estrema delicatezza, Eric subisce una notevole evoluzione durante la serie.

A scelte così azzeccate e ben equilibrate, se ne contrappongono altre che appaiono meno sensibili e attente. E’ il caso del tema dell’aborto, che viene affrontato con sbrigatività e senza tener conto delle tante sfaccettature che caratterizzano questa scelta, soprattutto in età adolescenziale. L’impatto mediatico della serie sulle nuove generazioni deve essere calcolato con estrema attenzione, e sono state numerose le critiche riguardo a scelte poco prudenti, come quella sopra citata.
Senza ombra di dubbio però la serie rappresenta un’enorme passo avanti rispetto ad altre che hanno tentato di fare sensibilizzazione in maniera approssimativa ed eccessivamente sentimentale, utilizzando un linguaggio più accessibile e vicino ai giovani, permettendo una maggiore immedesimazione e avvicinando lo spettatore ai personaggi.
La prima stagione è stata accolta con successo dal grande pubblico, ora non ci resta che attendere di vedere come questa storia andrà a finire…

Emma Battaglia

Un commento Aggiungi il tuo

  1. illettorecurioso ha detto:

    Mi è piaciuta davvero tanto questa serie! Non vedo l’ora di vedere la seconda😍

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...