Animal Crossing: unica causa del successo è il lock-down?

Animal Crossing: New Horizons è uscito il 20 marzo per Nintendo Switch e Nintendo Switch Lite e nella settimana seguente si è aggiudicato il primo posto fra i videogiochi più venduti in Italia. Il videogame nipponico ha avuto un grandioso successo in tutto il mondo, infatti in poco più di un mese sono state vendute 13 milioni di copie e sono incrementati anche gli acquisti della console di oltre il 30%. Quest’ultimo dato potrebbe considerarsi interessante visto che può indicare che molti abbiano acquistato la Switch proprio per poter giocare ad Animal Crossing. Infatti, un giornalista statunitense sulla rivista “The Atlantic” il 15 aprile scorso ironizzava sul fatto che le Switch fossero diventate difficili da trovare quando il gel disinfettante. Di fatto, la Nintendo aveva previsto di venderne fra marzo 2019 e marzo 2020 19,5 milioni e ne ha vendute un milione e mezzo in più.

Certamente la fortuna è stata in parte l’uscita del titolo durante il lock-down, momento in cui tutti noi abbiamo cercato distrazioni dalla situazione poco piacevole ma non solo: il gioco rientra nella categoria cosiddetta simulatore di vita, una vita senza obblighi e rischi di cui forse, tutti noi che viviamo in quest’era moderna e veloce, sentiamo la mancanza.

Festa in piazza con gli abitanti dell’isola.


In game avrai un avatar umano che arriverà in un’isola abitata da animali antropomorfi con cui farai amicizia e non avrai davvero altro compito da svolgere, oltre fare ciò che vuoi e quando vuoi. Potrai costruirti una vita parallela in questo mondo nuovo, dove tutti sono gentili, non esiste la cattiveria e nessuna azione che farai potrà rischiare di compromettere la buona riuscita del gioco: potrai ingrandire la tua abitazione, costruire ponti e strade, pescare, costruire mobili, disegnare abiti e altre infinite attività. L’orologio e il calendario seguono quelli reali quindi un minuto in game corrisponde a un minuto nella vita reale, in ogni stagione compaiono determinati pesci da pescare, insetti da catturare o eventi a cui partecipare. Grande novità rispetto alle versioni passate del gioco è la possibilità di incontrare gli amici della vita reale in game e svolgere attività tutti insieme: fare un picnic, passeggiare, qualcuno ha organizzato addirittura il proprio matrimonio.

Cena a lume di candela con un’amica.
Sull’amaca.

Non esiste un finale del gioco, si può giocare praticamente per sempre, non ci sono obiettivi da raggiungere entro un determinato momento e questo dà al giocatore un senso di calma e controllo totale che pochi altri videogiochi sanno dare.
Secondo il New York Times, le dinamiche del gioco, sommate all’estetica rassicurante quanto l’abbraccio di un orsetto di peluche, lo rendono perfetto per i millennial perché ci offre un sollievo dalle problematiche economiche quotidiane che siamo costretti ad affrontare: del resto nel gioco si può contrarre un grande debito per la costruzione della tua abitazione ma con la possibilità di estinguerlo altrettanto velocemente dal momento che, per guadagnare stelline, moneta del gioco, è sufficiente vendere tutto ciò che offre l’isola: pesci, insetti, ma anche frutta che trovi scuotendo gli alberi e conchiglie portate dal mare sulla spiaggia.

Il merito di Animal Crossing è sicuramente attrarre persone oltre alla tradizionale community di gamers, anzi per i giocatori di videogiochi “più tradizionali” giocarci può risultare addirittura frustrante vista la mancanza di una finalità ben precisa, assenza di antagonisti e lo scorrere del tempo come nel mondo reale. Ma se ti approcci per la prima volta sarà sicuramente amore a prima vista, proprio perché permette una fuga dalla realtà in un universo sereno, pacifico e senza rischi.

Erika Manassero

Fotografie gentilmente concesse da Beatrice Cucu.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...