Poparazzi e BeReal, una nuova generazione di social

I social media stanno cambiando. Negli ultimi mesi online si è assistito al passaggio dall’ostentazione della perfezione ad una ricerca sempre più marcata di autenticità, come se le vite patinate ed edulcorate postate sui social avessero ormai stancato.

Alla ricerca dell’autenticità

Oltre ad essere una richiesta sempre più sentita da parte della Gen Z, questo cambiamento di rotta è stato anche acuito dal lockdown. L’ultimo anno ha determinato infatti una rappresentazione della quotidianità sicuramente più autentica e genuina sui social.

Tutto ciò è in linea con l’attuale tendenza ad esempio dei contenuti #IRL, in real life, in cui su Twitch molti streamer si riprendono durante la propria routine quotidiana, trasmettendola in diretta.

Nel frattempo, mentre i “vecchi” social media come Instagram e Facebook rimangono ancorati ad un’idea di auto-promozione e approvazione sociale basata sul numero di likes e followers, ci sono alcune nuove app che stanno scalando le classifiche, basandosi invece proprio sull’autenticità e su una connessione più reale tra utenti.

BeReal, l’autenticità fatta slogan

Questa applicazione, nata a febbraio, ha un funzionamento molto semplice. Tutti i suoi iscritti ricevono simultaneamente una notifica al giorno e, a partire da quel momento, hanno due minuti di tempo per fare una foto e condividerla con gli altri, senza dunque la possibilità di editare e post-produrre. Non ci sono likes, non ci sono follower, non c’è l’illusione di una validazione social(e), e il desiderio di omologazione e piacere a tutti i costi cede il posto al bello della spontaneità.

Poparazzi, un social “al contrario” 

Un’altra app, Poparazzi, pochi giorni dopo il suo lancio, avvenuto a maggio, è arrivata ad essere per alcune settimane una delle applicazioni più scaricate in America su iOS, superando addirittura Tik Tok e YouTube.

Lo slogan di questa applicazione è “The Anti Selfie Selfie Club” e l’idea è che le uniche foto che un utente possa avere di se stesso sono scattate da altri, senza la possibilità di modificarle. È comunque possibile bloccare un utente impedendogli di caricare altre immagini, così come si può decidere di chiedere la rimozione di una foto già pubblicata da tempo.

Anche su Poparazzi non esistono likes ed è come se nessuno fosse proprietario del suo profilo; la filosofia sottesa a questo nuovo social è che siamo come gli altri ci vedono: la soggettività retrocede, attribuendo così il compito della costruzione della propria immagine alla cerchia di amici.

Abbiamo ideato Poparazzi per allontanare la pressione ad essere perfetti” ha scritto la compagnia in un post su Medium annunciandone il lancio. “Ci siamo resi conto che creando un social media meno incentrato sul promuovere se stessi e più basato sul condividere momenti con gli amici, le persone postavano molto di più — e i contenuti pubblicati erano sorprendentemente autentici”.

L’alternativa onesta ai social mainstream

La differenza principale fra questi nuovi social rispetto a quelli tradizionali è nell’impostazione: le app alle quali siamo soliti accedere sono basate sull’utente, che è al centro dell’esperienza e può decidere quando e in che modo presentarsi al mondo. Poparazzi e BeReal, invece, costituiscono un nuovo tipo di intrattenimento grazie a contenuti particolari, diversi dai soliti selfie e più spontanei, in una sola parola: onesti.

Nonostante rimanga da capire come e se queste app potranno evolvere nel lungo periodo e sia ancora difficile stabilirne la popolarità in termini assoluti, sicuramente hanno avuto il merito di rappresentare una risposta alla domanda sempre più sentita di autenticità, anche e soprattutto sui social.

Rebecca Boazzo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...