Gli “Animals” di Steve McCurry a Stupinigi

Il calendario artistico e culturale di Torino continua a essere fittissimo, vario e interessante; tra gli ultimi articoli vi avevamo consigliato alcune mostre da vedere e, tra queste, qualche settimana fa abbiamo assistito all’anteprima della mostra Animals di Steve McCurry, nella splendida cornice della Palazzina di Caccia di Stupinigi.

Inaugurata il 26 novembre, nel giorno dello storico salvataggio italiano di Sharbat Gula – ragazza afgana, oggi donna, protagonista di uno dei più celebri scatti dell’artista –  Animals è in programma fino al 1 maggio 2022.

Opera in mostra | © Rebecca Boazzo

Pakistan, Afghanistan, India, Tibet, Paraguay… fanno da sfondo alla sessantina di scatti in cui si articola la mostra targata Next Exhibition, startup innovativa leader nella realizzazione di esposizioni temporanee dal forte carattere innovativo e tecnologico.   

Il fotografo statunitense ritrae gli animali nel loro adattarsi all’uomo e all’ambiente. La curatrice Biba Giacchetti, a proposito della mostra, sostiene che “ci invita a riflettere sul fatto che non siamo soli in questo mondo, in mezzo a tutte le creature viventi. Ma soprattutto lascia ai visitatori un messaggio: sebbene condividiamo la medesima terra, solo noi umani abbiamo il potere per difendere e salvare il pianeta”. Messaggio potentissimo nel contesto attuale, anche e soprattutto all’indomani della COP26. All’interno del percorso, anche una sala didattica pensata per i più piccoli stimola la riflessione e la sensibilizzazione circa le tematiche ambientali.

Opera in mostra | © Rebecca Boazzo

Il progetto affonda le sue radici nel 1992, quando McCurry svolge una missione nei territori di guerra del Golfo Persico per documentare l’impatto ambientale e faunistico del conflitto.

Animali da lavoro, compagni fedeli, sfruttati, usati come unica via per la sopravvivenza oppure amati affettuosamente sono i veri protagonisti della rassegna, colti negli scatti simbolo del maestro dell’uso del colore, dell’empatia e dell’umanità.

Opera in mostra | © Rebecca Boazzo

Tutto questo e molto altro, in una mostra che nel primo weekend di apertura ha già registrato il tutto esaurito.

Rebecca Boazzo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...