La guerra in Ucraina nella Milano Fashion Week

22 febbraio 2022: gli addetti al settore e gli appassionati di moda da tutto il mondo sono entusiasti per l’inizio della Milano Fashion Week, i cui eventi si svolgono quasi totalmente in presenza, in un’aria di festa; il Covid-19 è solo un lontano e brutto ricordo. Il 24 febbraio, al nostro risveglio, l’atmosfera è cambiata per via della sconcertante notizia della Russia che ha invaso l’Ucraina, un qualcosa che ha sconvolto tutti noi. Quindi, cosa fare? Come poter dare sostegno al popolo ucraino e dichiararsi contro la guerra? No, la soluzione non può e non deve essere annullare le sfilate, come molte persone, ignorando l’importanza dell’evento, hanno proposto sui social. In primo luogo, perché la settimana della moda milanese dà lavoro a moltissime persone che non possono essere lasciate a casa, né possono esserne vanificati gli sforzi e il lavoro dei mesi precedenti. Non dimentichiamo, inoltre, che il settore moda raggiungerà il valore, solo in Italia, di 78 miliardi di euro nel 2022 (fonte: Pambianco). In secondo luogo, perché non è l’annullamento di un evento, di qualunque tipo, che risolve la situazione. Nessuno in questo momento ha voglia di festeggiare, ma è anche vero che non si può fermare il settore in un periodo così importante, così come tutti hanno continuato a lavorare, studiare e vivere la propria vita nonostante la crescente preoccupazione che questa guerra porta con sé.

L’unico atto simbolico, che abbiamo potuto vedere durante una sfilata, di consapevolezza verso quello che sta accadendo è stato fatto da Giorgio Armani. Il 27 febbraio, durante la sfilata moda donna autunno-inverno 2022/23 all’interno della Milano Fashion Week, lo stilista ha deciso di far sfilare le sue modelle senza musica “per rispetto verso la tragedia che si sta svolgendo in Ucraina”, presentando la sua nuova collezione non in un’atmosfera di festa, ma bensì di silenzio (qui il link della sfilata: https://www.youtube.com/watch?v=yZmt_ZWNMfs ). Tra le ospiti dell’evento anche la senatrice a vita Liliana Segre e la giornalista Lilli Gruber. Non è la prima volta che Armani si interessa a ciò che accade nel mondo intorno a lui durante la settimana della moda: era stato anche il primo a sfilare a porte chiuse quando nel febbraio 2020 era arrivata la notizia del primo caso Covid-19 di Codogno.

Fonte: Vogue Runway

“Ci sono cose da non fare mai, né di giorno, né di notte, né per mare, né per terra: per esempio, la guerra”: queste le parole della poesia di Gianni Rodari, citate in Inglese da Alessandro Michele in una storia di Instagram, che hanno costituito un altro gesto simbolico di solidarietà.

Atti concreti sono stati compiuti da Chiara Ferragni e dalla Camera Nazionale della Moda Italiana. La Ferragni, come molti altri vip, ha deciso di donare, sostenendo la Croce Rossa Italiana che sta aiutando con un piano emergenziale il popolo ucraino, utilizzando il suo potere mediatico per influenzare le persone che la seguono a fare lo stesso. Invece la Camera della Moda, così come tutti i brand che ne fanno parte (compresi Giorgio Armani e Gucci), ha deciso di sostenere economicamente UNHCR, l’agenzia ONU per i Rifugiati. Inoltre, Armani ha donato abbigliamento di prima necessità alla Comunità di Sant’Egidio che si occuperà di distribuirlo tra i profughi.

Sicuramente durante questa Milano Fashion Week ci saremmo aspettati più gesti simbolici, in un primo momento, simili a quello di Armani all’interno delle varie sfilate, però è positivo che il mondo della moda, così come tanti altri settori, si sia mobilitato per dare il suo contributo.

Fonte foto di copertina: Instagram @giorgioarmani

Alessandra Picciariello

Un commento Aggiungi il tuo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...