Guida pratica per viaggiare low cost

Vorresti viaggiare più spesso, ma sei uno studente mozzone senza molti soldi? Ho una bella notizia per te: non è vero che per viaggiare (per lo meno in Europa) servano chissà quanti soldi! Basta armarsi di spirito di avventura e seguire questi consigli: 

Prenotare il volo:

  • con largo anticipo – tenete d’occhio i siti delle maggiori compagnie aeree low cost (come Ryanair.com) e prenotate i voli con mesi di anticipo; così facendo è possibile volare, per esempio, da Torino ad Amsterdam a soli 10€, da Bergamo a Danzica per 20€, da Torino a Bruxelles e ritorno per 25€.
  • direttamente dal sito della compagnia aerea – siti di agenzie di viaggi online (come Volagratis.com, Skyscanner.itKyak.it) sono utili per fare una ricerca generale su quali siano i voli più economici per la destinazione che ci interessa; ma, una volta selezionato il periodo e la compagnia aerea, è molto più conveniente aprire una nuova pagina web e prenotare il volo direttamente dal sito ufficiale della compagnia, poiché a differenza delle agenzie di viaggi online, non ci farà pagare enormi commissioni extra. Potrà sembrare un consiglio banale ai viaggiatori più scafati, ma, fidatevi, per molti non lo è.

Il pernottamento:

  • in ostello – soggiornare in ostello è un’esperienza bellissima, che ogni giovane dovrebbe fare; ho già scritto un interno articolo sull’argomento: potete trovarlo qui.
  • …o in AirBnB – il sito AirBnB.it offre la possibilità di affittare camere private (solitamente con bagno e cucina in comune con l’host) a prezzi molto economici, nonché camere condivise (con altri travelers o con l’host) a prezzi ancora più stracciati. Oltre che un modo super economico di soggiornare in una città, è anche un ottima occasione per conoscere locals e scambiarsi consigli di viaggio.
  • …o fare couchsurfing – il couchsurfing è un sistema di scambio gratuito di ospitalità tra viaggiatori di tutto il mondo, che avviene tramite il sito Couchsurfing.com: è possibile scegliere in base alle recensioni a casa di quale locals soggiornare, offrendogli in cambio non denaro, bensì uno scambio culturale, ossia chiacchierate riguardo ai rispettivi paesi di provenienza e alle reciproche esperienze di viaggio, magari mentre si condivide una pasta cucinata da voi. Ai più intimoriti riguardo alla sicurezza di questo tipo di soggiorno, ma curiosi di provare a viaggiare in questo modo, consiglio di leggere accuratamente le recensioni e chiedere pareri a chi ha già vissuto esperienze di questo tipo: vi tranquillizzerà.

I trasporti:

  • spostarsi soltanto coi mezzi pubblici – andarsene dall’aeroporto in taxi o affittando un auto è comodissimo, ma spostarsi sempre in bus o in treno abbassa parecchio il costo del viaggio, oltre a rendere tutto molto più avventuroso: il brivido di  rendersi conto di aver sbagliato autobus, di rischiare di perdere il treno o di rimanere a piedi e dover fare autostop renderà molto più interessante ciò che racconterete ai vostri amici una volta tornati a casa.

Il cibo:

  • cucinare i propri pasti – mangiare tutti i giorni al ristorante è molto bello, ma altrettanto costoso; fare la spesa e cucinare i propri pasti in appartamento o in ostello permette di risparmiare una grande quantità di soldi e provare a cucinare con ingredienti locali sarà divertente e più buono di quanto pensi. 

Seguendo questi consigli vi assicuro che è possibile trascorrere un weekend in una capitale europea spendendo soli 100€. Non ci credete? Non vi resta che provare!

Irene Rubino

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...