Robert Pattinson: oltre al vampiro c’è (molto) di più

Negli ultimi tempi si sente molto parlare di lui e, certo, possiamo dire che si tratti di un nome che pochi ancora non conoscono. Insomma: sicuramente la fama lo precede, eppure le voci che lo riguardano sono spesso, sorprendentemente, discordanti.

Stiamo parlando di Robert Pattinson, attore che – in un’epoca in cui il settore cinematografico, come molti altri, si trova a pagare a caro prezzo le terribili conseguenze del Covid – sembra quasi avere sulle proprie spalle le sorti stesse del cinema. L’attore, infatti, è attualmente l’indubbio protagonista del grande schermo: se, già durante il lockdown, aveva positivamente colpito il pubblico del “cinema casalingo” nei panni di Ephraim Winslow in The Lighthouse (https://thepasswordunito.com/2020/07/02/the-lighthouse-la-nuova-frontiera-dellhorror/); ora, invece, al cinema ci arriva per davvero (o quantomeno in quelli che in questi giorni stanno riuscendo a rendere concreta la riapertura: https://thepasswordunito.com/2020/08/20/che-fine-ha-fatto-il-cinema/ ).

Infatti, in un momento che si trova ad avere quanto mai il sapore di rinascita per il settore, Pattinson veste i panni di Neil in Tenet, l’ultimo, attesissimo (e rimandatissimo) film di Nolan; ma non solo: in questi giorni è stato anche rilasciato il teaser trailer di The Batman, il film di Matt Reeves che sarà il prossimo (nel 2021? Le riprese si erano interrotte, dal momento che Pattinson era risultato positivo al Covid, ma al momento starebbero continuando senza di lui) a vederlo protagonista e che già sta facendo molto discutere.

Il trailer di Tenet di Christopher Nolan, in sala dal 26 agosto
Il teaser trailer di The Batman di Matt Reeves, in uscita nel 2021

A dispetto delle circostanze, allora, possiamo senza dubbio affermare che si tratti di una stagione particolarmente fortunata per il giovane attore. Eppure, nonostante il fatto che in questi anni Pattinson abbia più volte dato prova di grandi capacità attoriali interpretando ruoli di tutto rispetto, e perlopiù in film d’autore, per molti scettici l’attore continua ancora a essere visto solamente come “l’ex vampiro di Twilight”.

Certamente, dopo un primo debutto nel ruolo di Cedric Diggory in Harry Potter e il Calice di Fuoco, il ruolo di Edward Cullen è stato quello che ha consacrato l’attore al grande pubblico, soprattutto a quello dei teen movie. E possiamo pure azzardarci a dire che a quel ruolo Pattinson rimarrà sempre legato, non solo per ciò che professionalmente ha significato per lui, ma anche per ciò che, a suo tempo, rappresentò nell’ambito della sua vita privata l’unione sentimentale con la collega Kristen Stewart.

Ma questo debito di riconoscenza non può e non deve trasformarsi nella sua lettera scarlatta: è inaccettabile che a distanza di più di dieci anni quel ruolo venga ancora utilizzato per “marchiarlo”, mettendo in dubbio la bravura di un attore che, nel suo lavoro, ha dimostrato di saperci davvero fare e che, a detta di chi scrive, sta rivelando una duttilità recitativa che in pochi hanno.

Cos’altro deve fare il nostro, ormai prossimo, (super)eroe per togliersi di dosso un’etichetta che appare, a tutti gli effetti, datata e dimostrare di essere un attore non meno capace degli altri? Non merita anche lui la possibilità di riscattarsi?

Arianna Arruzza

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...