Fenomeno Clubhouse: il nuovo social network esclusivo

Il fenomeno Clubhouse, di cui abbiamo già parlato qui, è un nuovo social network basato sul formato audio-chat che si distingue dai social tradizionali cui siamo abituati, come Facebook ed Instagram, principalmente per la sua esclusività. Infatti si può accedere alla piattaforma soltanto tramite invito: solo così si potrà partecipare alle conversazioni nelle varie stanze virtuali.

L’esclusività di Clubhouse

Questa sua caratteristica sembra essere stata l’effettiva chiave del successo dell’app. Infatti, nonostante sia molto difficile accedervi, e nonostante le live che trattano temi più svariati siano presenti anche sugli altri social network, la possibilità di partecipare a una vera conversazione con un numero limitato di persone, di solito guidata da un influencer o una celebrità, ha dato luogo ad una vera e propria corsa per accaparrarsi un tanto bramato invito.

Sul blog del social network si possono trovare le dichiarazioni dei fondatori. Paul Davison e Rohan Seth spiegano come Clubhouse sia stata ideato per costruire un’esperienza social più umana, dove invece di postare ci si riunisce con altre persone per parlare. 
Questo obiettivo potrebbe, però, scontrarsi con il funzionamento pratico di Clubhouse che rende riunirsi per chiacchierare non così semplice e accessibile, anche rispetto ad altri spazi online a cui siamo abituati: se non si ha un invito si è esclusi.

La FOMO

Cosa spinge quindi un utente a voler far parte della community di clubhouse?

Qui entra in gioco la FOMO, Fear Of Missing Out. L’ansia e la paura di restare indietro, di perdersi il trend del momento e quindi d’essere esclusi. La FOMO porta a un forte sentimento di sconforto dovuto al timore di poter perdere qualche evento importante sia nella vita reale che sui social.

Non è difficile immaginare come la possibilità di perdersi migliaia di conversazioni, perché non si è ricevuto un invito possa alimentare una forte paura di essere lasciati in disparte e di perdersi informazioni, eventi importanti o, più in generale, qualcosa – di qualunque cosa si tratti.

(fonte: Unsplash)

Inoltre, far parte dei primi iscritti in Italia di Clubhouse e poter essere nella stessa room di VIP o di influencer crea sicuramente un senso di unicità e ciò può contribuire all’aumento del senso di appartenenza ad un gruppo esclusivo e ristretto.

I futuro di Clubhouse

Per il futuro, Clubhouse pensa a raggiungere anche gli utenti con un dispositivo Android, infatti attualmente l’app è scaricabile soltanto da sistema operativo iOS.
Inoltre, la piattaforma è sicuramente in fase di perfezionamento, sia a livello tecnologico che di regolamento. A fronte dell’aumento vertiginoso del numero di iscritti, si prevede l’aggiunta di una quota di iscrizione e/o di donazioni per i content creator, sulle quali Clubhouse riceverà una percentuale, in modo anche da giustificare la sua esclusività.

Come sempre, i social network sono uno strumento: sta ad ognuno di noi saperli usare e dare la giusta importanza ad essi. Clubhouse si è già rivelato utile per discutere con professionisti, come giornalisti, di argomenti di estrema attualità. Possiamo quindi solamente attendere in un prossimo e positivo sviluppo della piattaforma e sperare che ciò la renderà un po’ più accessibile per tutti.

Rossella Cannella

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...