Una donna: Oriana Fallaci

Quindici anni fa ci lasciava una delle personalità giornalistiche più stravolgenti del XX secolo: Oriana Fallaci. Una donna che rideva in faccia ai potenti e non aveva paura di mettersi in gioco pur di affermare le sue opinioni. Attraverso i suoi scritti ha raffigurato la controversa realtà degli anni di piombo e dei primi 2000: la politica, la questione sull’aborto, sul divorzio, sull’eutanasia, il misterioso e brutale mondo del Medio Oriente, la lotta terroristica. La prima giornalista donna ad affermarsi in un mondo maschile con argomentazioni tutt’altro che politically correct. Nel suo ultimo articolo @cate_a.m ci racconta della vita straordinaria di questa donna fuori dagli schemi.
#orianafallaci #anniversariodellamorte #giornalismo #terrorismo #aborto #mediooriente #thepassword #thepasswordunito #unito

L’immobilità dell’Italia: Patrick Zaki

Il primo giugno, dopo l’ennesimo slittamento, ci sarà una nuova udienza per Patrick Zaki, lo studente dell’università di Bologna in “custodia preventiva” in Egitto dal 7 febbraio 2020, accusato, senza particolari prove, di sovversione. Patrick è intrappolato nelle maglie di un sistema corrotto, dove l’abuso delle norme antiterrorismo consente di fatto di prorogare la carcerazione preventiva oltre i mille giorni, senza un processo e con assoluto spregio dei diritti umani. A raccontarcelo nel suo articolo è Daniela Carrabs.
La storia di Patrick non è un caso isolato ed è necessario continuare a premere perché abbiano fine.
#patrickzaki #freepatrick #amnestyinternational

Il realista indispensabile

Laqueur, lo storico pessimista che studiò terrorismo e nazionalismo e denunciò il collasso dell’Europa.

L’Europa siamo noi

13 novembre, Parigi. 22 marzo, Bruxelles. Sono date e luoghi degli attacchi terroristici più recenti, i più vicini a noi per tempo e ubicazione. Sono avvenuti in luoghi pubblici, rivolti a persone comuni che andavano al lavoro o si volevano divertire, che volevano passare una bella serata. Proprio come tutti noi. Ed è questo che…

Anche Torino urla, in silenzio, “Je suis Charlie”.

Nelle ultime ore, in tutte le più importanti città del mondo, gruppi di manifestanti si sono riuniti per mostrare la loro solidarietà nei confronti delle vittime dell’attentato del 7 gennaio alla sede parigina della testata giornalistica satirica Charlie Hebdo. Anche Torino si è unita al lutto e oggi, dalle ore 18 in piazza Castello, è…

Parigi. Attentato alla redazione di Charlie Hebdo

Torino, 7 gennaio 2015 Parigi, attacco alla sede sel settimanale Charlie Hebdo. 12 morti, 4 feriti gravissimi. Questo è il bilancio dell’attacco alla sede del settimanale satirico Charlie Hebdo sul boulevard Richard-Lenoir, in pieno centro a Parigi. Lo riferisce France Info e su Twitter LeFigarò. Charlie Hebdo, più volte finito nel mirino degli integralisti islamici…